domenica 28 dicembre 2014

Il 2014 si chiude nel segno dei numeri 1!

Goleador, ma non solo. Si parla spesso delle prodezze dei centravanti, delle magie dei numeri 10, della rapidità delle ali, della tecnica dei registi. Eppure il 2014 targato Brianza Tornei ha messo in luce anche loro, che non a caso sono “i numeri 1”, quelli che nel corso di una partita si vedono spesso poco, ma quando accade sono chiamati a interventi cruciali: i portieri.
Meno incensati e lodati dei bomber ma altrettanto decisivi ai fini del risultato, di portieri in questo 2014 ne abbiamo visti in azione tantissimi, e alcuni di loro sono riusciti a regalare a compagni e spettatori momenti indimenticabili. E' il caso di Paolo Spinelli, estremo difensore dell'Iceberg, che a 48 anni ha vissuto una stagione incredibile, al termine della quale oltre ad aver riconfermato il titolo di Campione del girone di Monza e quello di Campione Provinciale, insieme ai suoi compagni si è laureato Campione d'Italia. Le finali nazionali in riviera romagnola sono state solamente l'apogeo di uno standard di rendimento che si è sempre mantenuto costante, contribuendo a rendere quella dell'Iceberg la difesa meno battuta del 2014 a livello provinciale.
Un'altra menzione particolare merita sicuramente Daniele Bulzi, numero 1 dell'AC Saldema, che ha vinto al termine di una cavalcata trionfale la prima edizione dell'Alte Groane League, girone di Lentate valevole per il campionato proinciale. Il successo, di larga misura e strameritato, è arrivato con 7 punti di vantaggio su Zanella Pose e Serramenti e 8 puntti sul Mambo Number Five. Daniele Bulzi, rivelatosi il miglior portiere del torneo, ha contribuito in maniera decisiva all'affermazione del Saldema con prestazioni che hanno spesso reso granitica la sua porta, e numerosi interventi miracolosi. Ma non è finita qui: non appagato della vittoria in campionato, l'AC Saldema si è addirittura regalato il double, andando a vincere anche la Coppa Lentate. Nella finalissima, vinta da Daniele Bulzi e compagni per 2 reti ad 1, è stato sconfitto il Mambo, mentre Zanella era stato liquidato 5 – 3 nella semifinale.
Il valzer dei numeri uno è proseguito anche nella seconda metà dell’anno, con l’aggiunta di nuovi protagonisti: è il caso di Domenico Valensisi, estremo difensore della rivelazione della Sporting League, i Desioparecidos. Grazie ad una serie di vittorie coronate da prestazioni sempre sopra le righe da parte del loro numero 1, i Desioparecidos hanno chiuso il 2014 con un grande margine di vantaggio su tutte le rivali (+8), complice anche la frenata proprio nell’ultimo turno della seconda in calssifica, i Galacticos. Proprio i galattici schierano nelle proprie file una altro fra i migliori portieri del panorama provinciale, Daniele Rinallo, che era già stato eletto miglior numero 1 nel 2013, e con le sue qualità spera di poter contribuire a far vivere all’ambiente una stagione memorabile.

lunedì 22 dicembre 2014

Primi mesi di stagione: quante soddisfazioni per Brianza Tornei!!!

Con l’arrivo delle feste per Brianza Tornei è tempo di primi bilanci. Con tutti i gironi provinciali che sono ormai giunti al giro di boa, abbiamo deciso di intervistare i responsabili di campo per raccogliere impressioni e stati d’animo su questi primi mesi di campionato.

Partendo da Monza, ci siamo rivolti a Tommy per conoscere le sue opinioni sul primo scorcio di stagione. Queste le sue parole: “Siamo molto contenti per la competitività della Sportvillage League. Il format attuale, che oltre a premiare la vincitrice assegna i posti per i playoff provinciali, ha fatto sì che la grande maggioranza delle squadre dopo metà stagione sia ancora in corsa per un traguardo importante. Questo fa sì che ogni martedì si assista a partite combattute e spettacolari. Siamo veramente soddisfatti delle strutture che ospitano le gare, e penso proprio che lo siano anche i ragazzi che scendono in campo. Quello che più ci rende felici è vedere i ragazzi divertirsi in campo: è questo per noi il più grande motivo d’orgoglio. Speriamo di continuare così!!”.

Passiamo ora a Lentate, dove l’Alte Groane league sta vivendo la sua seconda stagione e i riscontri sembrano, ancora una volta, più che positivi. Ecco le parole di Andrea, responsabile di campo di Lentate: “Se l’anno scorso eravamo contenti, quest’anno lo siamo ancor di più. Il livello di competitività si è alzato esponenzialmente, basti pensare che la squadra che l’anno scorso ha vinto ora è terza, e ci sono almeno quattro compagini in lotta per il primo posto e altre due – tre che possono inserirsi nel discorso playoff. Le strutture funzionano a meraviglia, ma non è una novità perché già l’anno scorso ci eravamo trovati benissimo nel centro sportivo Alte Groane, uno dei più belli dove si giocano i nostri tornei”.

Infine, ecco le impressioni di Marco, responsabile di campo di Desio: “Sporting League e Friday Sporting League sono sempre state un po’ il nostro fiore all’occhiello. Malgrado gli altri tornei siano migliorati sensibilmente anche sotto l’aspetto tecnico, anche quest’anno a Desio stiamo vedendo cose meravigliose. Nella Friday i Dissidenti stanno dando vita ad un testa a testa mozzafiato con l’Iceberg campione d’Italia, che nessuno finora era riuscito a contenere. Hanno vinto lo scontro diretto, il girone di ritorno si preannuncia pirotecnico!! Anche nel girone del mercoledì, il livello è veramente altissimo: i Desioparecidos sembrano avere un’altra marcia, ma ci sono quattro squadre dietro di loro che sono in grado di vincere contro chiunque se sono in serata, e che sicuramente daranno battaglia anche in chiave playoff. Anche dalle retrovie spesso sono giunte sorprese, con squadre sulla carta sfavorite che non di rado hanno inflitto grossi dispiaceri alle rivali più quotate… Divertimento, suspence, adrenalina, spettacolo: cosa chiedere di più?”

sabato 20 dicembre 2014

Desioparecidos, le mani sulla Sporting!!!

Desioparecidos da record. La capolista della Sporting League di Desio aveva già accumulato nelle ultime settimane un distacco ragguardevole (+5) dalla più vicina delle inseguitrici, ma ha voluto esagerare e si è concessa un finale di 2014 da sogno. Il successo ottenuto per 5 – 3 nella non semplice sfida contro i Goodfellas vale ben più dei 3 punti in palio, perché è arrivato in concomitanza col crollo dei Galacticos, costretti alla sconfitta dalla tenace Terra delle Tradizioni. In questo modo la tripletta di Matteo Nasuti e la doppietta di Andrea Carlucci hanno consentito ai Desioparecidos di chiudere il girone d’andata e l’anno solare addirittura a +8, ponendo una serissima ipoteca sulla conquista della Sporting League.
Serata amarissima invece per i galattici, che in un match che già alla vigilia si preannunciava particolarmente insidioso hanno pagato dazio per le troppe leggerezze difensive: sono 8 le reti con cui La Terra delle tradizioni si è imposta, contro le 6 messe a segno dai Galacticos che malgrado la bella prestazione del bomber Fabrizio Giacoppo (tripletta) si sono dovuti arrendere. Per la Terra, decisivi tris di Gaetano Sorbo e Samuele Sardella, che aggiunge altre tre perle alla collezione personale salendo in vetta alla classifica cannonieri con 15 reti.
Ha approfittato di questo stop l’SOS Refund, che giocava contro la Banca Generali Team ed è riuscito ad agguantare i tre punti (6 – 4, tripletta di Roberto Folatti) compiendo così l’aggancio in classifica ai danni dei Galacticos.
Nell’ultimo match del 2014 invece, gran colpo messo a segno dagli Azzurri 2004 che hanno sconfitto di misura il fanalino di coda Mambo Number Five (2 – 1), portandosi a quota 9 punti in classifica.

Classifica: Desioparecidos 24; Galacticos, SOS Refund 16; La Terra delle Tradizioni 13; Goodfellas 10; Azzurri 2004 9; Banca Generali Team 7; I Senza Nome 6; Mambo Number Five 1.

martedì 16 dicembre 2014

Alte Groane, l'Iceberg chiude l'anno alla grandissima!!

L'Iceberg ha chiuso in bellezza. I Campioni d'Italia erano chiamati all'ultima fatica del 2014, vale a dire il match valevole per la settima giornata di Alte Groane League. La gara, che lo vedeva contrapposto all'ultima in classifica 2 Zeta Impianti, si è risolta trionfalmente per l'Iceberg: 17 – 5 il punteggio sul tabellino, con un Diego Seruggia in serata di grazia autore di 13 reti.
Il vero colpaccio lo ha fatto però l'SOS Refund, che pur non essendo riuscito a rosicchiare punti alla capolista ha comunque fatto sua una partita molto ostica, il big match contro i campioni in carica dell'AC Saldema. Roberto Folatti con una tripletta, Simone Rossi con due reti e Paolo Lion hanno regalato al Refund un successo tanto pesante quanto meritato. Il Saldema è uscito dal campo sconfitto per 2 – 6 ed è scivolato a – 9 dal primo posto, dicendo probabilmente addio alle speranze di confermarsi campione. Resta comunque aperta la porta verso i playoff, che alla fine assegneranno il titolo più importante della stagione, quello di Campione Provinciale. L'SOS invece con questi tre punti mette il secondo posto al riparo dalle insidie (+6) e continua a tallonare l'Iceberg (-3) nella speranza di un passo falso da parte della corazzata campione d'Italia.
Ha rallentato anche la Pizzeria Corte Grande Lipomo, che era parsa in grande crescita nelle ultime uscite ma ha subito una battuta d'arresto contro l'SB Painting. La sconfitta, un po' a sorpresa, è maturata col punteggio di 4 – 7 ed è stata ancora una volta decisiva la prestazione di Ugo Lapomarda, che ha posto per tre volte la firma in calce ed è salito al terzo posto in classifica marcatori con 14 reti.
Nell'ultimo match di giornata, un punto a testa per Real Brianza e St Meccanica, che hanno impattato 2 – 2 e sono salite a braccetto a quota 4 punti, lasciando solo all'ultimo posto il 2 Zeta Impianti.
Questi risultati hanno chiuso il girone di andata, col campionato che ora si fermerà per la consueta sosta natalizia. L'appuntamento per il calcio a 5 targato Brianza Tornei in quel di Lentate, è fissato per il prossimo 2 Febbraio quando inizierà il girone di ritorno.


Classifica: Iceberg 21; SOS Refund 18; AC Saldema, Pizzeria Corte Grande Lipomo 12; SB Painting 9; ST Meccanica, Real Brianza 4; 2 Zeta Impianti 3.

lunedì 15 dicembre 2014

Derby Monza: cade Tripodi, salgono le rivali.

Battuta d'arresto per Tripodi Pane e Caffè. La capolista del Derby Monza, che aveva inanellato otto successi consecutivi, è caduta nella nona giornata del torneo consentendo alle dirette inseguitrici di riportarsi pericolosamente vicine. La sconfitta è arrivata contro i Galaxy, che trascinati dalla doppietta di Mirko Liccardo (17 gol stagionali) sono prevalsi col punteggio di 4 – 1.
Hanno immediatamente approfittato del ko la Sestese, che ha vinto 3 – 0 contro la PNZ portandosi a una sola lunghezza di distacco dal primo posto, e i Bookmakers, anch'essi vincitori per 3 – 0 nel match che li vedeva contrapposti all'AC Modoetia. I Bookmakers si trovano ora al terzo posto in classifica, a – 2 dalla vetta, ma avendo una gara in meno potranno sfruttare il recupero per compiere il sorpasso.
Si è rifatto sotto Alter Interni, che dopo un avvio di stagione molto problematico ha inanellato una striscia di risultati positivi che lo hanno rilanciato ai vertici della graduatoria. A inchinarsi questa volta è stata la Real Costa, sconfitta nettamente (7 – 2) con tripletta per Gaetano Puglisi e doppietta per Mattia Porro. A chiudere il gruppo di testa i Galaxy, che grazie al successo sopra raccontato si sono portati a 18 punti mantenendosi saldamente aggrappati al treno playoff.
Sconfitta per per il Team Oceano, 0 – 3 per mano degli Evasi che sono saliti a 5 punti distanziando AC Modoetia e Young Boys. Gli All Blacks sono riusciti non senza qualche affanno di troppo a sbarazzarsi degli Impermeabili, che hanno lottato strenuamente ma alla fine sono dovuti soccombere (4 – 6) sotto i colpi di Giuseppe Stasi e Leonardo Ambrosi (doppietta per entrambi).
Vittoria e sorpasso per l'AC Picchia, che ha sconfitto 7 – 3 i Green Boys staccandoli di 2 lunghezze in classifica. Infine, sono andati a pallino tre punti per la Sala Impianti, che come da pronostico ha sconfitto gli Young Boys (7 – 2), agganciando gli Impermeabili e distanziando la zona calda della classifica.


Classifica: Tripodi pane & Caffè 24; Sestese 23; Bookmakers 22; Alter Interni 21; Galaxy 18; Team Oceano, All Blacks, Real Costa 12; AC Picchia 11; PNZ 10; Green Boys 9; Sala Impianti, Impermeabili 7; Gli Evasi 5; AC Modoetia 3; Young Boys 1.

venerdì 12 dicembre 2014

Sporting, Desioparecidos da urlo!!!

I Desioparecidos fanno il vuoto. La capolista della Sporting League ha sconfitto 3 – 1 i Galacticos secondi in classifica nello scontro diretto dell’ottava giornata, aumentando a 5 punti il proprio vantaggio in classifica. E’ la settima vittoria su altrettante partite in un campionato che fin qui è stato, più che dominato, occupato militarmente dai Desioparecidos, meritatamente Campioni d’Inverno con un turno d’anticipo. La vittoria è stata sugellata dalla doppietta di Matteo Nasuti, che ha infranto la resistenza dei galattici regalando i tre punti ai suoi compagni. Le altre due reti sono state segnate da Emri Emini (per i Galacticos), e Andrea Carlucci (per i Desioparecidos). Ora l’ultimo ostacolo sulla strada della capolista prima della chiusura natalizia delle ostilità sono i Goodfellas, che tra una settimana saranno chiamati all’arduo compito di cercare di tenere aperto un campionato che i Desioparecidos hanno tutta l’intenzione di strangolare a suon di vittorie. Nel frattempo però è arrivato l’inatteso stop contro il Mambo Number Five, fanalino di coda, che prima del match non aveva ancora conquistato nessun punto in questo campionato. A invertire un trend che pareva inarrestabile ci ha pensato Matteo Carlesso, abile ad agguantare il pareggio con le due reti fin qui più importanti della stagione del Mambo. 4 – 4 il risultato con cui si è chiuso il match, con la doppietta di Gaetano Palmiotta che è servita ai Goodfellas solo per evitare il clamoroso tracollo.
Altro match estremamente combattuto è stato quello tra La Terra delle Tradizioni e la Banca Generali Team. Le due contendenti si sono battute senza esclusione di colpi, dando vita ad una sfida rocambolesca e pirotecnica. Nell’8 – 8 con cui si è chiuso l’incontro sono arrivati infatti addirittura due poker (Federico Domanico per La Terra e Dario Bergo per la Banca), a cui è poi andata a sommarsi la tripletta di Samuele Sardella. Proprio i due Sardella della Terra delle Tradizioni, Samuele e Matteo (una rete per lui), stanno dando vita ad un incredibile derby in vetta alla classifica marcatori. Al momento Matteo è in vantaggio di una sola rete (13 – 12).
Nell’ultima sfida giornaliera, balzo in avanti degli Azzurri 2004, che con una vittoria sofferta hanno sconfitto e agganciato in classifica I Senza Nome: nel 4 – 5 finale si è rivelata decisiva la doppietta di Marcello Rizzi.

Classifica: Desioparecidos 21; Galacticos 16; SOS Refund 13; La Terra delle Tradizioni, Goodfellas 10; Banca Generali Team 7; Azzurri 2004, Senza Nome 6; Mambo Number Five 1.

giovedì 11 dicembre 2014

Sportvillage, l'Iceberg fa il vuoto: +8!!!

L’Iceberg ha la Sportvillage League in pugno. Diego Seruggia e compagni si sono confezionati un Natale coi fiocchi, sconfiggendo 9 – 2 il Sorgenia nel big match della nona ed ultima giornata del girone di andata del torneo monzese. Un successo che sa di ipoteca sul titolo, visto che ora i Campioni d’Italia guidano la classifica a +8 sui rivali: un distacco che a meno di crolli clamorosi nel girone di ritorno appare difficilmente colmabile visto che l’Iceberg tra campionati provinciali e finali nazionali ha perso una sola partita in tutto il 2014. Lo scontro diretto ha messo in evidenza tutta la superiorità tecnica e tattica dell’Iceberg, a bersaglio con Diego Seruggia (2 gol stasera, 39 in campionato), Marco Cice (2), Giuseppe Mione (2), Matteo Gasparetti, Matteo Sergi e Stefano Seruggia.
Il Sorgenia deve a questo punto guardarsi le spalle e difendere il secondo posto, insidiato dall’Autofficina D’Uonno, autentica rivelazione del torneo, che è riuscita ancora una volta a vincere. L’UDM 71, terzultima in classifica, si è dovuta inchinare di fronte alla prestazione maestosa offerta da Marco De Bonis, che ha messo a segno 5 reti dispensando giocate d’alta scuola. 3 - 5 il risultato finale, per l’Autofficina è l’ennesimo scalpo da aggiungere alla già nutrita schiera di successi finora ottenuti.
Sono riusciti a risalire la china gli Sharks, che dopo le difficoltà delle ultime settimane hanno chiuso la stagione con un successo importantissimo, che consente loro di salire a quota 11 punti in classifica rimanendo saldamente agganciati al treno playoff. La tripletta di Stefano Giannone ha steso il Dream Team (4 – 2) regalando i tre punti agli squali.
Nell’ultima sfida in programma, impresa solo sfiorata per gli Imbruttiti, che pur offrendo una prestazione più che dignitosa sono usciti sconfitti dal campo, anche se di misura: 3 – 4 il risultato, ad essere premiato dallo score è stato l’Atletico Rondino che grazie a questo successo ha staccato in classifica il Dream Team (- 3) e scavalcato l’UDM 71 (-2), mantenendo le due lunghezze di distacco dagli Sharks.
L’appuntamento per la prima giornata del girone di ritorno è fissato per il 3 Febbraio, quando il calendario offrirà all’Iceberg l’occasione di allungare ulteriormente in classifica, visto che il Sorgenia osserverà un turno di riposo.

Classifica: Iceberg 24; Sorgenia 16; Autofficina D’Uonno 15; Sballeros 13; Sharks 11; Atletico Rondino 9; UDM 71 7; Dream Team 6; Imbruttiti 4.

lunedì 8 dicembre 2014

Derby Monza, Tripodi non sbaglia mai!

Ancora una vittoria per Tripodi Pane e Caffè. La capolista del Derby Monza di calcio a7 si è aggiudicata i tre punti anche contro l’AC Modoetia, che non ha avuto scampo, condannato dalle doppiette messe a segno da Simone Grassi, Andrea Tripodi e Giuseppe Zampaglione. 8 – 1 il punteggio, 24 i punti in classifica con cui Tripodi mantiene saldamente il comando.
Le distanze rispetto alle inseguitrici sono tuttavia rimaste invariate, con la Sestese che ha dovuto sudare parecchie camicie contro i Galaxy, riuscendo però seppur tra mille brividi a portare a casa l’intera posta in palio (3 – 2, doppietta di Stefano Lanzara). Bene anche i Bookmakers, che grazie alla buona stella di Marco De Bonis (4 gol per lui) hanno sconfitto per 7 – 2 un avversario scomodo come gli All Blacks e si confermano al terzo posto, fra le più autorevoli candidate per il successo finale. A completare il quartetto di testa c’è Alter Interni, che ha vinto 1 – 5 contro gli Impermeabili e continua a sognare di cancellare la delusione dello scorso anno mettendo in bacheca un trofeo prestigioso. L’impresa non è delle più semplici, ma le doppiette di Francesco Moroni e Gaetano Puglisi lasciano ben sperare.
Scivolone invece per il Team Oceano, che si è lasciato sorprendere (3 – 5) ed agganciare dal Real Costa, a segno ancora una volta con il suo bomber Raimondo Cabula, artefice di quattro reti. La PNZ ha poi sconfitto senza troppe difficoltà (4 – 1) l’AC Picchia, che continua a incassare troppi gol e vede a questo punto avvicinarsi pericolosamente il fondo della classifica. Chi invece sembra aver trovato una sua dimensione sono i Green Boys, vittoriosi sulla Sala Impianti per 7 – 4 ed ora in coabitazione con gli All Blacks a quota 9 punti: la Sala Impianti ha tentato di rimanere aggrappata alla partita, ma ancora una volta il match è stato deciso dalle prodezze di un singolo (Zanuto ivan, poker).
Infine, la sfida fra le ultime due della graduatoria, Young Boys e Gli Evasi, si è risolta in un pareggio che non accontenta nessuno. Il 3 – 3 con cui si è risolto l’incontro ha consegnato ad entrambe un punticino ma non è servito per scalare posizioni in classifica.

Classifica: Tripodi Pane e Caffè 24; Sestese 20; Bookmakers 19; Alter Interni 18; Galaxy 15; Team Oceano, Real Costa 12; PNZ 10; All Blacks, Green Boys 9; AC Picchia 8; AF Impermeabili 7; Sala Impianti 4; AC Modoetia 3; Gli Evasi 2; Young Boys 1.

domenica 7 dicembre 2014

Friday Sporting League: Dissidenti campioni d'inverno!

I Dissidenti sono campioni d’inverno. La superiorità fin qui puntualmente dimostrata dalla capolista settimana dopo settimana, senza mai steccare nemmeno un appuntamento, è ora sancita anche dai sacri crismi dell’ufficialità. Decisiva si è rivelata la vittoria, annunciata considerando la classifica ma clamorosa osservando il punteggio, contro la Dinamo Park ultima in classifica: 15 – 1. In una serata che si è messa in discesa fin dai primi minuti, i Dissidenti hanno potuto divertirsi ed esprimere appieno tutto il loro bagaglio tecnico. Andrea Crestani ha bagnato con 7 reti una prestazione per lui difficile da dimenticare. Grande partita anche quella giocata da Michele Mazzilli, che ha infilato 4 sigilli personali. Le doppiette di Fabio Rizzini e Marco Frigerio hanno posto poi il punto esclamativo su una prestazione davvero autoritaria, che consacra i Dissidenti miglior attacco del torneo (57 gol segnati, due più dell’Iceberg) e miglior difesa (solo 18 reti incassate). Un primato, quello dei Dissidenti, che trova conferme nei numeri oltre che sul campo.
In attesa di ripartire all’inseguimento nel 2015 per sovvertire l’esito dello scontro diretto che li ha visti sconfitti, i ragazzi dell’Iceberg hanno comunque chiuso in bellezza un 2014 che li ha visti salire sul tetto della Brianza prima e d’Italia poi. Il 7 – 3 rifilato al Nacional Futsal Team terzo in classifica non mitiga la delusione per la sconfitta patita contro i Dissidenti, ma consente a Diego Seruggia (tripletta) e soci di porre un rassicurante +6 fra loro e il terzo posto in classifica.
Negli altri match che hanno chiuso l’anno solare sono arrivate le vittorie del Team Feree sul Clash Stadium Desio (6 – 0 a tavolino) e del Coma Etilico sulla Seleçao. I carioca si sono dovuti arrendere (8 – 11) e sono caduti sotto i colpi inferti da Gianluca Iurino e Simone Trincanato (tripletta per entrambi). Con una prestazione individuale sontuosa (5 reti) Davide Spadola ha tentato in tutti i modi di tenere a galla i suoi, ma non c’è stato nulla da fare.
Ora appuntamento a Febbraio per la ripresa del campionato.

Classifica: Dissidenti 21; Iceberg 18; Nacional Futsal Team 12; Coma Etilico, Team Feree 9; Seleçao, Clash Stadium Desio 6; Dinamo Park 3.

giovedì 4 dicembre 2014

Sporting, Desioparecidos a gonfie vele!

Sei partite, sei vittorie. Non sembra conoscere battute d’arresto la marcia dei Desioparecidos, che hanno tutta l’intenzione di chiudere il 2014 in vetta alla Sporting League di Desio. Nell’incontro valevole per la settima giornata, la capolista ha sconfitto 5 – 2 la Banca Generali Team (reti di Mattia Barbera, Alberto Fruggiero, Matteo Nasuti, Matteo Selvarolo e Andrea Carlucci) e ha risposto a distanza agli assalti delle dirette concorrenti. La più agguerrita fra queste sembrano essere i Galacticos, che inseguono a due soli punti di distanza e hanno avuto la meglio sul Mambo Number Five (4 – 2, doppietta di Mattia Corti). Per entrambe le squadre di vertice era fondamentale vincere per arrivare al meglio allo scontro diretto del 10 Dicembre, che potrebbe sancire la fuga forse definitiva dei Desioparecidos oppure un ribaltone in testa alla classifica in caso di vittoria dei galattici.
Rimane al terzo posto l’SOS Refund, che ha sconfitto i Senza Nome per 6 – 2 e ha momentaneamente scacciato le inseguitrici più vicine. Grande protagonista della sfida Domenico Furfari, autore di 4 reti. L’SOS dovrà comunque fare attenzione in questo finale del girone di andata, perché la Terra delle Tradizioni pur avendo accumulato 4 punti di distacco ha giocato due gare in meno e in potenza può compiere il sorpasso. Rimangono in scia anche i Goodfellas, che hanno vinto 4 – 1 contro gli Azzurri 2004 e contano di chiudere in bellezza il 2014, magari agguantando il terzo posto in classifica. Decisiva contro gli Azzurri si è rivelata la doppietta di Gaetano Palmiotta, che ha regalato ai suoi tre punti e una bella boccata d’ossigeno.

Classifica: Desioparecidos 18; Galacticos 16; SOS Refund 13; La terra delle tradizioni, Goodfellas 9; I senza nome, Banca Generali Team 6; Azzurri 2004 3; Mambo Number Five 0.

mercoledì 3 dicembre 2014

Sportvillage: crollo Sorgenia, Iceberg Campione d'Inverno!

L’Iceberg può esultare senza nemmeno essere sceso in campo. Sembra incredibile ma l’unica squadra che trae profitto dall’ottava giornata di Sportvillage League è proprio quella che ha osservato il turno di riposo. Complice di tutto ciò è il Sorgenia, che partiva col coltello tra i denti e velleità di sorpasso in prospettiva big match, ma alla fine si è dovuto inchinare all’Autofficina D’Uonno che lo ha sconfitto 6 – 3. E’ un ko che fa malissimo al Sorgenia, che in caso di vittoria si sarebbe portato a -2 dalla vetta con la possibilità di laurearsi Campione d’Inverno vincendo lo scontro diretto nel prossimo turno, e si ritrova ora a cinque punti dai Campioni d’Italia in carica. Un margine sufficiente per promuovere l’Iceberg Campione d’Inverno con un turno d’anticipo. A risultare decisiva è stata la tripletta di Marco De Bonis, che ha steso il Sorgenia garantendo ai suoi l’allungo decisivo. Con questa vittoria l’Autofficina si è portata a soli 4 punti dal secondo posto. Per il Sorgenia invece lo scontro diretto in programma martedì prossimo assume già i contorni dell’ultima spiaggia: vincerlo ridarebbe linfa alle speranze di vertice, perderlo significherebbe quasi sicuramente dire addio ad ogni velleità per il primo posto.
Possono invece ritenersi soddisfatti gli Sballeros, che contano 3 lunghezze di distacco dal Sorgenia con una gara in più: per loro il girone di andata si è chiuso con la vittoria sull’Atletico Rondino, che si è arreso ma con l’onore delle armi (4 – 3) in un match che non lo ha visto affatto sfigurare contro una squadra tecnicamente superiore.
Crollo a sorpresa per gli Sharks, che sono stati sconfitti 3 – 1 da un’UDM 71 che appare partita dopo partita sempre più in forma. Ora l’UDM si trova a un solo punto dagli squali e può addirittura puntare al sorpasso nell’ultima giornata del 2014, quando scenderà in campo contro un’altra squadra apparsa in netta crescita, l’Autofficina D’Uonno.
A chiudere la serata un altro risultato piuttosto a sorpresa: la vittoria degli Imbruttiti, ultimi in classifica, per 4 – 0 sul Dream Team Monza. Salvatore Verna (due reti), Luca Trisorio e Marco Mazzucchelli hanno regalato un’importante successo ai loro compagni, che ora si trovano a due soli punti dalla coppia Dream Team – Atletico Rondino e sognano di superarne almeno una delle due prima di festeggiare il Natale.

Classifica: Iceberg 21;  Sorgenia 16; Sballeros 13; Autofficina D’Uonno 12; Sharks 8; UDM 71 7; Atletico Rondino, Dream Team 6; Imbruttiti 4.

martedì 2 dicembre 2014

L'Iceberg si rialza a Lentate.

Dopo la sconfitta, il riscatto. Nella sesta giornata di Alte Groane League, malgrado i 12 punti di differenza fra le due squadre, l’Iceberg era chiamato ad una risposta tutt’altro che scontata dopo il cocente ko patito venerdì a Desio. I Campioni d’italia hanno superato il blackout pre week end sconfiggendo l’SB Painting per 13 – 3. Diego Seruggia ha preso in mano la squadra e l’ha condotta alla vittoria segnando 7 reti, a impreziosire il suo personale bottino che a Lentate ora vanta 29 centri. Un successo che in parte ha rinvigorito l’orgoglio ferito, ma che non ha sortito alcun effetto sulla classifica dal momento che anche l’SOS Refund ha vinto la sua partita. L’avversario di turno era il 2 Zeta Impianti, superato di slancio con un poker di Simone Rossi, una tripletta di Roberto Folatti e le doppiette di Paolo Lion e Stefano Criaco (12 – 3 il punteggio). Ora per l’SOS giunge la parte più difficile della missione, visto che nel prossimo turno ci sarà la supersfida contro i campioni in carica dell’AC Saldema, a caccia di un risultato di prestigio per cancellare un avvio di stagione con qualche sbavatura di troppo. Il Saldema voleva un successo per caricare il morale in vista dello scontro diretto, e i tre punti sono puntualmente arrivati contro la ST Meccanica. Sul tabellino si leggono solo nomi del Saldema: Danilo Riccio e Samuel Pigozzi (tris per entrambi), Dario Alberio, Daniele Bulzi, Biagio Ronsini e Christian Betti. Sono queste le firme sul 10 – 0 con cui il Saldema si è imposto al termine di una gara dominata dal primo all’ultimo minuto.
A chiudere il bouquet di incontri giornalieri è giunta la vittoria, anch’essa netta, della Pizzeria Corte Grande Lipomo sul Real Brianza. Cristian Mirabelli si è guadagnato la copertina di giornata mettendo a segno una cinquina, ma c’è stata gloria anche per Andrea Iacomella che si è dovuto “accontentare” di una tripletta: 10 – 4 il punteggio conclusivo, e tanti saluti.
Le prime quattro classificate hanno dunque sconfitto largamente le rispettive rivali, mettendo un solco probabilmente definitivo (6 punti) tra la parte alta e quella bassa della graduatoria. Adesso la lotta per i playoff entrerà nella sua fase cruciale.

Classifica: Iceberg 18; SOS Refund 15; AC Saldema, Pizzeria Corte Grande Lipomo 12; SB Painting 6; 2 Zeta Impianti, ST Meccanica, Real Brianza 3.

lunedì 1 dicembre 2014

Derby C7, Tripodi in fuga!

Tripodi Pane e Caffè tenta l’allungo. La settima giornata del Derby Monza di calcio a7 ha regalato più di una gioia alla capolista, che non solo è riuscita a mantenersi a punteggio pieno, ma ha anche saputo approfittare dei passi falsi commessi dalle dirette concorrenti. Per Tripodi il match contro gli Impermeabili si è risolto in una passerella trionfale, con le triplette di Nino Tripodi e Tommaso Grassi a fare cifra tonda: 10 – 3 il punteggio conclusivo. Un risultato che consente alla capolista di rosicchiare due punti sia alla Sestese che ai Bookmaker, che si sono incontrate fra di loro e hanno impattato sul 4 – 4. Il punto conquistato non soddisfa nessuna delle due squadre e nemmeno Nicolò Domenico, che con le sue quattro reti sognava di propiziare la vittoria dei Bookmakers, raggiunti invece dalle doppiette di Fabio Lanzara e Maurizio Mereu. Ora Tripodi guida la classifica con 4 punti di vantaggio sulla Sestese e 5 sui Bookmakers, che però hanno giocato una gara in meno.
Potevano approfittare di questa situazione per portarsi al secondo posto i Galaxy, che invece sono stati sconfitti a sorpresa dalla Real Costa (5 – 4 al termine di un match rocambolesco). Chi è tornato invece a vedere la luce è Alter Interni, che infliggendo una sonora batosta all’AC Picchia (9 – 4) ha rimesso in carreggiata le sorti di una stagione che stava assumendo contorni assai poco rassicuranti. Bene anche il Team Oceano, 3 – 0 alla PNZ e balzo in avanti in classifica ( -5 dal secondo posto).
Negli altri match a Sala Impianti non ha potuto nulla di fronte al settebello calato dagli All Blacks (doppietta di Massimo Rizzo): 7 – 0. Infine, per quanto riguarda la coda della graduatoria sono giunti i successi dei Green Boys sugli Young Boys (3 – 0) e dell’AC Modoetia (4 – 3) sugli Evasi. Per il Modoetia si tratta dei primi punti stagionali.

Classifica: Tripodi Pane e Caffè 21; Sestese 17; Bookmakers 16; Galaxy, Alter Interni 15; Team Oceano 12; All Blacks, Real Costa 9; AC Picchia 8; PNZ, AF Impermeabili 7; Green Boys 6; Sala Impianti 4; AC Modoetia 3; Gli Evasi 1; Young Boys 0.

sabato 29 novembre 2014

Friday Sporting, Dissidenti da urlo!!! Iceberg affondato.

Impresa memorabile. In una serata che sarà per tutti difficile dimenticare, i Dissidenti hanno posto la ciliegina sulla torta, coronando il loro strepitoso avvio di stagione con la più importante di tutte le vittorie: quella sull’Iceberg pluricampione, nella sesta giornata di Friday Sporting League. La corazzata che vanta le migliori bocche da fuoco del panorama provinciale sembrava un colosso inaffondabile, una macchina da gol in grado di asfaltare ogni avversario a suon di record. I Dissidenti sono riusciti laddove chiunque altro aveva fallito e hanno sovvertito i pronostici della vigilia infliggendo all’Iceberg il primo ko di tutto il 2014. Nemmeno i tre gol di Diego Seruggia sono serviti per evitare la sconfitta: le prodezze di Andrea Crestiani e Matteo Di Biasi (entrambi a bersaglio con due reti) unite alle marcature individuali di Luca Passaretta, Stefano Gramegna e Marco Molteni hanno costretto l’Iceberg ad alzare bandiera bianca. Un successo meritatissimo per i Dissidenti, che ora guidano la classifica con 3 punti di vantaggio, la miglior difesa del torneo, il secondo miglior attacco (a sole 6 reti di distanza dall’Iceberg) e un filotto di successi che dopo 6 turni vede la nuova capolista ancora a punteggio pieno: numeri che sanciscono inequivocabilmente la supremazia attuale dei Dissidenti sul torneo. Ora l’Iceberg dovrà rimboccarsi le maniche e sudare non poche camicie se vorrà ribaltare le gerarchie emerse dallo scontro diretto. I Dissidenti invece, forti di questo successo, proveranno a sconfiggere anche la Dinamo Park ultima in classifica nel prossimo turno, chiudendo così l’anno solare al comando solitario e laureandosi Campioni d’Inverno al giro di boa. Dinamo Park che anche in questa giornata ha racimolato un magrissimo bottino: i gol messi a segno non sono bastati a frenare l’impeto della Seleçao. Davide Spadola ha fatto il bello e il cattivo tempo fra le maglie avversarie, seminando per lunghi tratti il terrore nella retroguardia della Dinamo (6 le sue reti personali), e ha regalato ai suoi il successo per 8 – 6.
E’ salito a sei punti anche il Team Feree, che ha liquidato senza troppi affanni la pratica Coma Etilico (6 – 3) lasciando all’ultimo posto con 3 lunghezze la Dinamo Park. Nell’ultimo match di giornata, è arrivata la vittoria a tavolino del Nacional Futsal Club (saldamente terzo in classifica) ai danni del Clash Stadium Desio.

Classifica: Dissidenti 18; Iceberg 15; Nacional Futsal Club 12; Coma Etilico, Clash Stadium Desio, Team Feree, Seleçao 6; Dinamo Park 3.

giovedì 27 novembre 2014

Sporting, che bagarre per i playoff!

E’ un SOS da sorpasso. Con una splendida vittoria giunta nella giornata di Sporting League, i ragazzi dell’SOS Refund hanno piegato la caparbia resistenza de La Terra delle Tradizioni, strappando 3 punti davvero pesanti in chiave playoff. 6 – 4 il punteggio dell’incontro, che ha visto due uomini prendere per mano le rispettive compagini dando vita ad un botta e risposta da togliere il fiato: Roberto Folatti (SOS) e Samuele Sardella (Terra delle Tradizioni) hanno regalato giocate d’alta scuola mettendo a segno un poker ciascuno. Alla fine a spuntarla è stato il Refund, che con questo successo ha raggiunto quota 10 punti. I 5 punti da recuperare ai Desioparecidos (che sono rimasti in vetta malgrado il turno di riposo) non sono pochi, tenendo anche conto della gara in più disputata dall’SOS. In chiave playoff in ogni caso la lotta è più viva che mai.
Non poteva certo mancare all’appello la vittoria dei Galacticos, che hanno invece dopo questo turno lo stesso numero di gare giocate dei Desioparecidos e si trovano a due sole lunghezze di distanza. Contro gli Azzurri 2004 i galattici hanno sfoggiato il loro maggior tasso tecnico andando a segno due volte con Calogero Randazzo ed altre due con Mattia Corti. I gol di Fabrizio Giacoppo ed Elia Saini hanno chiuso la contesa sul definito 6 – 2.
Sono arrivati tre punti anche per i Goodfellas, che con una prestazione dove l’orgoglio ha prevalso sulla tattica si sono imposti per 8 – 7 sui Senza Nome. Il match, assolutamente inadatto ai deboli di cuore, ha visto addirittura tre triplette (Riccardo Sala per i Goodfellas e Nicola Manduca e Daniele Usai per i Senza Nome) e due doppiette (Gaetano Palmiotta e Federico Arosio, entrambi per i Goodfellas). L’esito di questo incontro, combinato con la vittoria ottenuta dalla Banca Generali Team sul Mambo Number 5, ha generato una classifica infuocata nella parte centrale. Cinque squadre sono racchiuse in altrettanti punti, tutte lì a giocarsi un posto utile per i playoff provinciali: tutti sono in gioco, ma la coperta è veramente molto corta.

Classifica: Desioparecidos 15; Galacticos 13; SOS Refund 10; La Terra delle tradizioni 9; Goodfellas, I Senza Nome, Banca Generali Team 6; Azzurri 2004 3; Mambo Number Five 0.

mercoledì 26 novembre 2014

Sportvillage, prove di fuga per l'Iceberg.

L’Iceberg scappa. Settima vittoria su sette gare giocate nella Sportvillage League, e primo importante allungo stagionale per i Campioni d’Italia che sono volati a +5 sulla più vicina delle inseguitrici. La capolista continua a non perdere un colpo ed è riuscita a conquistare i 3 punti anche nello scontro diretto contro la terza forza del torneo, gli Sballeros. Pur essendo rimasto a secco il cannoniere Seruggia, sono comunque arrivate in dote all’Iceberg le due doppiette di Matteo Gasparetti e Giuseppe Mione, più che sufficienti per indirizzare il match in favore dei Campioni d’Italia. 4 – 1 il risultato finale, Sballeros che pur rimanendo terzi in classifica si trovano ora a -11 dalla vetta e sembrano dover calibrare le loro ambizioni sulla qualificazione per i playoff e non più sul primo posto nel torneo.
A rendere ancor più positiva la giornata per l’Iceberg è giunto il pareggio del Sorgenia, che dopo aver vinto le prime 6 partite si è dovuto accontentare di un solo punto contro gli Sharks (4 – 4). Complice questo mezzo passo falso, il Sorgenia si trova adesso a -5 dall’Iceberg, ma ha due importantissimi jolly da giocarsi nei prossimi quindici giorni: nel prossimo turno basterà sconfiggere l’Autofficina D’Uonno per portarsi a due sole lunghezze dalla capolista (che ha una partita in più e riposerà), così da potersi giocare il titolo d’inverno nel super big match dell’ultima giornata proprio contro l’Iceberg. Saranno dunque due settimane roventi, quelle che stabiliranno in via definitiva i rapporti di forza al giro di boa.
Gli altri due match giocati in questa giornata riguardavano le retrovie della graduatoria: l’Atletico Rondino si è imposto 4 – 2 sul Dream Team Monza grazie ad una tripletta dello scatenato Roberto Cassino. Per l’Atletico questo successo vale l’aggancio in classifica, a quota 6 punti. Un successo che riscatta pienamente la bruttissima sconfitta subita una settimana fa contro l’UDM 71. Proprio contro l’UDM è arrivato al sesto tentativo il primo punticino per gli Imbruttiti, che sono usciti dal campo tenendosi stretto il 4 – 4 maturato sul terreno di gioco. Anche in questa sfida si è segnalata una tripletta: l’eroe della serata è stato Marco Mazzucchelli, che è riuscito con i suoi acuti a regalare il punto utile all’Atletico per scrollarsi di dosso gli 0 punti fino a quel momento conquistati.

Classifica: Iceberg (una gara in più) 21; Sorgenia 16; Sballeros (una gara in più) 10; Autofficna D’Uonno 9; Sharks 8; Atletico Rondino, Dream Team 6; UDM 71 4; Imbruttiti 1.

martedì 25 novembre 2014

Alte Groane, valanga Iceberg!

La valanga Iceberg riprende vigore. I Campioni d’Italia in carica sembrano essersi lasciati alla spalle le piccole difficoltà delle ultime due settimane e hanno conseguito un’altra larghissima vittoria nella quinta giornata di Alte Groane League. A far le spese dello strapotere di Diego Seruggia (sei reti) e soci questa volta è stato il Real Brianza, che sul campo di Lentate è stato strapazzato dal capocannoniere e dalle doppiette di Marco Cice, Stefano Seruggia e Giovanni Tripodi. 13 – 3 il risultato finale. Grazie a questo successo l’Iceberg ha mantenuto i tre punti di vantaggio sull’SOS Refund, che comunque ha fatto encomiabilmente il suo dovere sconfiggendo 6 – 4 l’SB Painting in una gara che sembrava agevole ma si è rivelata molto insidiosa. L’SB è riuscito a pungere fino alla fine anche grazie alle reti del suo bomber Ugo Lapomarda, ancora una volta sugli scudi con una doppietta personale. Seppur con qualche affanno di troppo l’SOS è riuscito comunque a mantenersi a galla in questa partita e a portata di aggancio in classifica.
Bella affermazione anche per l’AC Saldema, che pur avendo accumulato un certo distacco dall’Iceberg (-6) si è confermato la terza forza del torneo battendo 11 – 5 il 2Zeta Impianti. Tre triplette per i campioni uscenti che si sono scatenati negli spazi concessi dalla difesa avversaria: a metterle a segno sono stati Derek Panighetti, Samuel Pigozzi e il goleador Danilo Riccio.
L’ultima partita è stata vinta 6 – 0 a tavolino dalla Pizzeria Corte Grande Lipomo sulla ST Meccanica. Pizzeria che dunque prosegue in classifica a braccetto col Saldema a 9 punti.

Classifica: Iceberg 15; SOS Refund 12; AC Saldema, Pizzeria Corte Grande Lipomo 9; SB Painting 6; 2Zeta Impianti, ST Meccanica, Real Brianza 3.

lunedì 24 novembre 2014

Derby, sesto acuto di fila per Tripodi!

Tripodi pane e caffè sempre in testa. La capolista del Derby Monza di calcio a 7 ha colto una vittoria preziosissima sconfiggendo 5 – 2 (doppietta di Tommaso Grassi) i Green Boys. Sommando i 3 punti appena conquistati ai 15 già messi in cascina nelle giornate precedenti, Tripodi si proietta a 18 punti, 44 gol fatti, 11 subiti e un bello 0 alle voci sconfitte e pareggi.
Tengono tuttavia botta tutte le inseguitrici, con Galaxy e Bookmaker che in virtù del turno da recuperare sognano l’aggancio. I Galaxy si sono imposti 3 – 5 sul campo degli Young Boys con tripletta del solito Mirko Liccardo, che nemmeno questa volta ha fatto mancare il suo nome sulla lista dei marcatori. Per i Bookmaker invece la vittoria è giunta contro il PNZ, 4 – 1 e due reti messe a segno da Salvatore Palermo.
In attesa dei recuperi ad occupare la seconda piazza c’è però la Sestese, che guarda la capolista da due sole lunghezze di distanza dopo aver piegato 0 – 5 Gli Evasi al termine di un match dominato dagli ospiti.
Si sono ripresi dall’ultimo periodo poco felice i ragazzi di Alter Interni, che hanno inflitto battuto con pieno merito gli All Blacks: i colpi del ko sono stati inferti da Gaetano Puglisi e Alessandro Moroni. Tre punti per Alter Interni e zona palyoff non troppo distante.
Negli altri match, vittorie anche per Team Oceano (4 – 2 sull’AC Modoetia) e Real Costa (pioggia di gol abbattuta sulla Sala Impianti, 8 – 2 lo score conclusivo), mentre si è conclusa in parità (2 – 2) la sfida tra gli Impermeabili e l’AC Picchia: un punticino che non fa male a nessuna delle due, ma che non serve per smuovere una classifica che al momento langue per entrambe le squadre.

Classifica: Tripodi pane e caffè 18; Sestese 16; Galaxy, Bookmakers 15; Alter Interni 12; Team Oceano 9; AC Picchia 8; PNZ, AF Impermeabili 7; Real Costa, All Blacks 6; Sala Impianti 4; Green Boys 3; Gli Evasi 1; Young Boys, AC Modoetia 0.

sabato 22 novembre 2014

Friday Sporting: Dissidenti restano agganciati all'Iceberg.

L’Iceberg cala il settebello. Nella quinta giornata di Friday Sporting League i campioni d’Italia, apparsi in difficoltà nelle ultime uscite, hanno risposto alla grande con una roboante vittoria sulla Seleçao. 7 – 0 il risultato conclusivo, un successo perentorio, maturato grazie alla tripletta del migliore in campo Giuseppe Mione accompagnata dalle reti di Diego Seruggia, Stefano Seruggia, Giovanni Tripodi e Michael Bavera, che consente all’Iceberg di mantenersi in vetta alla classifica. Insieme ai campioni d’Italia ci sono i Dissidenti, che trascinati da un grande Matteo Di Biasi (cinque gol per lui) si sono imposti sul Clash Stadium Desio per 8 – 2 e non hanno mollato la presa sul primo posto, restando ancorati a quota 15 all’Iceberg.
E’ salito in alta quota anche il Nacional Futsal Team, vittorioso 5 – 1 sul Team Feree (poker di Francesco Arci) e terzo da solo con 9 punti conquistati finora, anche se ancora parecchio distante (- 6) dalla coppia di testa che grazie alla striscia di successi mietuti in questo inizio di stagione ha creato il vuoto fra sé e tutte le inseguitrici.
L’ultima partita era quella fra due squadre con una classifica non soddisfacente, la Dinamo Park e il Coma Etilico. E’ stato proprio quest’ultimo ad avere la meglio (4 - 2) elevandosi così a quota 6 punti, al quarto posto a braccetto con il Clash Stadium Desio. Una vittoria quella del Coma Etilico che acquisterà un rilievo particolare se troverà un degno seguito anche nelle prossime uscite, che serviranno per calibrare sulla classifica le reali ambizioni per questa stagione.
A questo punto in ogni caso i fari sono tutti puntati sul super big match della prossima settimana, quando l’Iceberg tritatutto dovrà vedersela con i Dissidenti, che come dice il nome stesso non hanno alcuna intenzione di piegarsi alle velleità di Diego Seruggia e compagni.

Classifica: Iceberg, Dissidenti 15; Nacional Futsal Club 9; Coma Etilico, Clash Stadium Desio 6; Dinamo Park, Team Feree, Seleçao 3.

giovedì 20 novembre 2014

Sporting, Desioparecidos travolgenti!!

Vittoria straripante per i Desioparecidos nella quinta giornata di Sporting League. La capolista era chiamata a rispondere presente nel primo vero test stagionale contro una delle rivali più accreditate nella lotta ai playoff, l’SOS Refund. La risposta è arrivata, ed è stata travolgente, un 11 – 3 che non ha lasciato alcuno scampo agli avversari. L’entità dello scarto non deve ingannare circa la facilità del compito a cui erano chiamati i Desioparecidos: l’SOS Refund era un ostacolo temibile, e già nelle scorse partite aveva dimostrato tutta la sua pericolosità. Se il successo è stato così netto, il merito va attribuito a Matteo Selvarolo (tripletta per lui), Matteo Nasuti e Mattia Barbera (entrambi a segno due volte). Il cinque sembra essere il numero magico per i Desioparecidos: cinque sono le gare giocate finora, cinque le vittorie conquistate, cinque i punti di vantaggio sulla seconda in classifica, a coronamento del momento d’oro che stanno attraversando.
Meno pirotecnica ma ugualmente efficace è stata la risposta dei Galacticos, che vincendo 3 – 5 sul campo dei Goodfellas hanno mantenuto inalterate le distanze, rimandando a tempi migliori le velleità di rimonta. Scatenato Mattia Corti, il cui poker ha fatto saltare il banco consegnando ai Galacticos tre punti di vitale importanza.
E’ salita al terzo posto la Terra delle Tradizioni, che ha saputo abilmente approfittare dello stop dell’SOS Refund per compiere il sorpasso in classifica. 10 – 3 l’impietoso scarto con cui Alessandro Zanella e Matteo Sardella (tripletta per entrambi) hanno castigato i Senza Nome, confezionando il successo a suon di reti.
Nell’ultimo match di giornata è arrivato dopo tante sofferenze il primo agognato successo per gli Azzurri 2004, che hanno con pieno merito sconfitto e agganciato la Banca Generali Team, lasciando il Mambo Number Five all’ultimo posto con 0 punti conquistati. 7 – 5 il punteggio finale al termine di una partita combattuta e frizzante, che ha visto Alfredo Guarnaccia salire in cattedra con 4 centri personali.
Nel prossimo turno sarà ghiotta l’occasione di accorciare per Galacticos e Terra delle Tradizioni, visto che i Desioparecidos osserveranno un turno di riposo.

Classifica: Desioparecidos (5 gare giocate) 15; Galacticos (4) 10; Terra delle Tradizioni (4) 9; SOS Refund (5) 7; I Senza Nome (5) 6; Goodfellas (4), Banca Generali Team (4), Azzurri 2004 (3) 3; Mambo Number Five (4) 0.

mercoledì 19 novembre 2014

Sportvillage, l'Iceberg vacilla ma resta a galla...

Pericolo scampato per l’Iceberg, ma quanta paura. I campioni d’Italia in carica hanno tremato nel match della sesta giornata di Sportvillage League che li vedeva contrapposti all’Autofficina D’Uonno, ma alla fine hanno tirato un sospiro di sollievo. La sfida si è decisa infatti a loro favore col punteggio di 4 – 3. Vista l’assenza del cannoniere Seruggia, a fare le veci di eroe di serata è stato Marco Prisco, autore di una splendida tripletta, che con le sue prodezze ha regalato altri tre punti all’Iceberg. Morris Ventura e Marco Atripaldi non si sono voluti arrendere e con le loro segnature (doppietta per Ventura) sono riusciti a tenere in vita l’Autofficina fino all’ultimo sussulto di partita, una partita che con un pizzico di fortuna in più sarebbe potuta finire diversamente.
Questa vittoria consente all’Iceberg di conservare il proprio vantaggio in classifica (+3 sulla seconda) ma non di incrementarlo, visto che le sue rivali si sono comportate egregiamente: il Sorgenia, in una serata che a lunghi tratti è sembrata poter culminare nell’aggancio in vetta. Aggancio che poi non è avvenuto visto il successo dell’Iceberg, ma serata comunque molto positiva per Pasquale Velleca (cinquina personale), Lorenzo Recchi (quaterna) e compagni, vittoriosi con grande abbondanza di reti sugli Imbruttiti (13 – 5).
Ottima prestazione anche per gli Sballeros, che vincendo 2 – 0 contro il Dream Team Monza si sono andati a prendere il terzo posto in classifica, a spese dell’Autofficina sconfitta dalla capolista.
Nell’ultimo match in programma, è finalmente arrivata la prima gioia stagionale per l’UDM 71, che sconfiggendo l’Atletico Rondino (5 – 1) lo ha raggiunto al penultimo posto a quota 3 punti, lasciando agli Imbruttiti il non ambito titolo di fanalino di coda.
Viste anche le indicazioni giunte dal campo in questi ultimi giorni, c’è grande curiosità per il big match del prossimo turno che vedrà contrapposti l’Iceberg (apparso in lieve difficoltà rispetto a qualche settimana fa) e gli Sballeros, che se vogliono sperare di reinserirsi nella corsa al vertice dovranno assolutamente conquistare l’intera posta in palio.

Classifica: Iceberg 18; Sorgenia 15; Sballeros 10; Autofficina D’Uonno 9; Sharks 7; Dream Team Monza 6; UDM 71, Atletico Rondino 3; Imbruttiti 0.

martedì 18 novembre 2014

L'Iceberg spadroneggia nelle Alte Groane.

Iceberg facile, come da pronostico. Nell’incontro valevole per la quarta giornata di Alte Groane League 2014 – 15 la capolista non ha avuto alcuna difficoltà contro la ST Meccanica, ed è riuscita a portare a casa i tre punti al termine di una gara senza storia. 10 – 1 il punteggio sul tabellino, protagonista come sempre il bomber Diego Seruggia che con i 5 gol odierni ha fissato il suo ruolino di marcia complessivo a 16 reti. Grazie a questa vittoria l’Iceberg conferma e consolida il suo primato, conservando e in alcuni casi incrementando il vantaggio sulle dirette concorrenti.
Non vuole mollare l’SOS Refund, che malgrado il sensazionale avvio di stagione della capolista è ancora a -3 dal primo posto, complice il convincente successo ottenuto per 7 – 2 contro il Real Brianza. Le soddisfazioni personali non sono mancate in un match ricco di reti: due gol per Roberto Folatti, due per Domenico Furfari e altri due per Simone Rossi. Per il Real Brianza, ultimo con appena 3 punti conquistati finora, è un campanello d’allarme a cui occorrerà saper rispondere già tra una settimana con una prestazione di carattere.
Brutto colpo invece per l’AC Saldema che ha subito un’inaspettata e fastidiosa sconfitta per mano della Pizzeria Corte Grande Lipomo. I campioni uscenti andavano a caccia di punti pesanti per mantenersi nella scia dell’Iceberg, che già li avevano piegati nello scontro diretto. Invece è arrivata la seconda sconfitta stagionale, che allontana ancor di più la vetta (-6) e conferma i problemi in fase realizzativa evidenziati anche nelle scorse settimane: solo 17 reti segnate contro le 37 dell’Iceberg, le 21 dell’SOS Refund, e le 29 dell’SB Painting. Il Saldema si conferma la seconda miglior difesa del torneo ma questi numeri non sono bastati per portare a casa un risultato utile: 3 – 5 il punteggio in favore della Pizzeria, che ha compiuto così l’aggancio in classifica.
E’ salito in cattedra l’SB Painting, che ha fatto ingoiare al 2 Zeta Impianti l’ennesimo boccone amaro di una stagione fin qui arida di soddisfazioni. I due poker di Ugo Lapomarda e Marco Lascala hanno reso addirittura pesantissimo il passivo, che a fine partita si è risolto in un impietoso 11 – 3 in favore dell’SB Painting, ora terzo a pari merito con Saldema e Pizzeria Corte Grande Lipomo.

Classifica: Iceberg 12; SOS Refund 9; Pizzeria Corte Grande Lipomo, AC Saldema, SB Painting 6; 2 Zeta Impianti, ST Meccanica, Real Brianza 3.

sabato 15 novembre 2014

Friday Sporting League: Iceberg, solo un brivido

Solo uno spavento per l’Iceberg. Nella quarta giornata di Friday Sporting League i Campioni d’Italia hanno seriamente corso il rischio di vedere interrotta la loro impressionante striscia di successi consecutivi. Ancora nessuna squadra in questa stagione è infatti riuscita a strappare dei punti a Diego Seruggia e soci. Ha rischiato seriamente di farcela il Coma Etilico, che pur partendo nettamente sfavorito ha giocato una grandissima partita al cospetto della squadra più forte della penisola ed è uscito dal campo a testa altissima. Diego Seruggia ha dovuto fare gli straordinari (6 reti per lui in questa giornata) per tenere a galla il suo Iceberg, che alla fine è riuscito a imporsi per 8 – 6. Per il Coma Etilico 0 punti e un pizzico di amaro in bocca per la ghiotta chance sprecata, ma anche la consapevolezza di essere riuscito, ed è la prima squadra a farlo quest’anno, a lanciare un segnale al campionato: l’Iceberg non è imbattibile.
I Dissidenti sognavano di staccare i rivali e proiettarsi al primo posto da soli, ma  si devono accontentare, almeno per il momento, del primato condiviso con l’Iceberg. Rimangono comunque le molte indicazioni positive giunte da una partita, quella contro il Nacional Futsal Club, dall’esito tutt’altro che scontato: forte dei 6 punti finora conquistati, il Nacional sognava lo sgambetto e l’aggancio in classifica. I Dissidenti tuttavia non hanno ceduto di un millimetro e alla fine sono riusciti a condurre in porto anche questo risultato (5 – 3), trascinati dalla splendida prestazione di Matteo Di Biasi, autore di tutte e 5 le reti per la sua squadra. Prosegue dunque la lotta serrata al vertice, che dopo 4 partite vede ancora due squadre a punteggio pieno.
In seguito alla sconfitta maturata, il Nacional si è visto agganciare al terzo posto in classifica dal Clash Stadium Desio, uscito vittorioso dalla sfida contro la Seleçao: 8 – 1 lo score, sei reti per Alessandro Fossati. Nell’ultima sfida di giornata, si segnala la vittoria al cardiopalma ottenuta dal Team Feree. Il fanalino di coda è finalmente riuscito a centrare i primi tre punti stagionali vincendo la delicata sfida contro la Dinamo Park per 4 – 3.
Nel prossimo turno, impegno sulla carta abbordabile per l’Iceberg che incontrerà la Seleçao. Più ostico il compito dei Dissidenti, che dovranno vedersela con il Clash Stadium Desio e sono a caccia di altri tre punti per non perdere il contatto con la vetta.

Classifica: Iceberg, Dissidenti 12; Nacional Futsal Club, Clash Stadium Desio 6; Coma Etilico, Dinamo Park, Team Feree, Seleçao 3.

giovedì 13 novembre 2014

Sporting, i Desioparecidos mietono un'altra vittoria

I Desioparecidos continuano a dettar legge. La capolista della Sporting League, uno dei tornei più prestigiosi fra quelli sotto l’egida di Brianza Tornei, con grande cinismo e qualche brivido di troppo ha ottenuto il quarto successo consecutivo su altrettante gare di campionato, conservando i 5 punti di margine sulle inseguitrici più vicine. La Terra delle Tradizioni ha creato più d’un grattacapo ai primi della classe, uscendo sconfitta con un solo gol di scarto (3 – 4) da un match rocambolesco. I Desioparecidos hanno rischiato di vedersi rompere le uova nel paniere, e hanno tirato un sospiro di sollievo grazie alla doppietta di Matteo Selvarolo, accompagnata dalle reti di Alberto Fruggiero e Andrea Carlucci. Ora per la capolista si prospetta un altro importante banco di prova, ancor più impegnativo: nel prossimo turno per difendere il vantaggio in classifica dovrà infatti andare a caccia di un risultato positivo contro l’SOS Refund, che dopo aver strapazzato il Mambo Number Five (8 – 1) sogna di ripetersi anche fra una settimana riducendo a soli due punti lo svantaggio. Roberto Folatti e Simone Rossi sono andati a segno rispettivamente 3 e 2 volte, consentendo all’SOS di vincere con un margine molto largo. Niente da fare per il Mambo, ancora a secco e ultimo in classifica.
Fra le due contendenti occhio però al terzo incommodo: i Galacticos, una delle squadre più spettacolari di questo inizio di stagione, sono infatti riusciti a mantenersi a pari punti con l’SOS Refund andando a vincere sontuosamente (9 – 3) sul campo dei Senza Nome. Con la propria triade giornaliera di goleador (Fabrizio Giacoppo, Calogero Randazzo e Michele Palomba sono andati a segno con 3 reti ciascuno) i galattici hanno liquidato in scioltezza la pratica Senza Nome e sono già con la testa al prossimo impegno che li vedrà contrapposti ai Goodfellas.
Proprio i Goodfellas sono incappati in questo turno in un brutto ko, giunto contro la Banca Generali Team che è finalmente riuscita a far suoi i 3 punti staccando l’ultimo posto in classifica.
Vittoria quella della Banca che è arrivata con pieno merito, al termine di un match dominato e vinto per 7 – 3 contro un avversario mai realmente in partita. Importantissima la tripletta di Pasquale Perretta, che ha contribuito in maniera determinante al successo dei suoi.
Ora la Banca Generali Team dovrà provare a dare continuità alla bella prestazione offerta anche nel prossimo turno, quando ad attenderla troverà l’altra squadra ancora ferma a 0 punti in graduatoria, gli azzurri 2004.

Classifica: Desioparecidos (4 gare giocate) 12; Galacticos (3), SOS Refund (4) 7; La Terra delle Tradizioni (3), I Senza Nome (4) 6; Goodfellas (3), Banca Generali Team (3) 3; Mambo Number Five (4), Azzurri 2004 (2) 0.

mercoledì 12 novembre 2014

Sportvillage, Iceberg a valanga.

Iceberg inarrestabile. Un’altra vittoria è giunta ad arricchire il già ben nutrito ventaglio dei successi raccolti dai Campioni d’Italia in questo scoppiettante avvio di stagione. Nella quinta giornata di Sportvillage League, la capolista ha sfoderato un’altra prestazione monstre contro gli Sharks, che non hanno potuto davvero nulla contro un avversario che è stato loro superiore in tutto. Diego Seruggia con i 9 gol odierni ha raggiunto quota 37, con la spaventosa media di oltre 7 reti a partita. 14 – 1 l’esito dell’incontro, con l’Iceberg che si tiene saldamente stretto il primato.
Attenzione però al Sorgenia, che ha una gara da recuperare e continua imperterrito la sua marcia a punteggio pieno. A doversi piegare questa volta è stato l’Atletico Rondino, che è uscito dal campo con un pizzico d’amaro in bocca e la consapevolezza di essere stato in partita fino all’ultimo, sfiorando addirittura il colpaccio. La doppietta di Carmine Capozzoli ha però alterato gli equilibri della gara in favore del Sorgenia, che grazie a questi tre punti di vitale importanza (3 - 2) è riuscito a mantenersi nella scia dell’Iceberg, in attesa del turno da recuperare e dello scontro diretto.
Si è presa il terzo posto l’Autofficina D’Uonno, che ha sconfitto 7 – 3 gli Sballeros (altri 3 gol per Marco Atripaldi) e giunge in questo modo alla vigilia del big match con l’Iceberg di settimana prossima col morale a mille. Piccola soddisfazione personale anche per Matteo Marchesi, che malgrado la brutta sconfitta incassata dagli Sballeros ha coronato la sua ottima prestazione con una tripletta.
Boccata d’ossigeno infine per il Dream Team Monza, sofferente ma vittorioso sull’UDM 71: 3 – 2 il verdetto del campo, secondo successo stagionale per il Dream Team che sale a quota 6 in classifica e allontana lo spettro dell’ultimo posto. Situazione capovolta invece per l’UDM, che sta patendo un avvio di stagione molto difficile e non è ancora riuscita a portare punti in cascina. Il prossimo match contro l’Atletico Rondino sarà una ghiotta occasione per un pronto riscatto.
Impegno interessante sarà quello che andrà ad affrontare l’Iceberg, che dovrà misurare la sua finora impenetrabile corazza contro la terza forza del torneo, l’Autofficina D’Uonno. Il Sorgenia attende sornione e spera di approfittare di un passo falso dei rivali per portarsi virtualmente al comando.

Classifica: Iceberg (5 gare giocate) 15; Sorgenia (4) 12; Autofficina D’Uonno (5) 9; Sballeros (5), Sharks (5) 7; Dream Team Monza (4) 6; Altetico Rondino (4) 3; UDM 71 (4), AS Imbruttiti (4) 0.

martedì 11 novembre 2014

Alte Groane, l'Iceberg mantiene il comando.

L’Iceberg continua a guardare avanti. La capolista dell’Alte Groane League ha ancora una volta fatto valere la legge del pronostico, cogliendo la terza vittoria consecutiva e conservando le tre lunghezze di vantaggio sulla coppia Saldema – SOS Refund. Non c’è stato alcuno scampo per la Pizzeria Corte Grande Lipomo, che è uscita dal terreno di gioco frastornata dalle 12 sberle rifilatele dalla prima della classe: Diego Seruggia (5 gol) e Stefano Seruggia (poker) hanno trascinato i loro compagni alla vittoria. Nel 12 – 2 conclusivo c’è anche spazio per la tripletta di Giovanni Tripodi.
Nonostante le sfavillanti prestazioni dell’Iceberg e malgrado la sconfitta rimediata recentemente nello scontro diretto, i campioni uscenti dell’AC Saldema hanno tutta l’intenzione di tenersi stretto il titolo, e non hanno mollato di un centimetro la presa. E’ infatti arrivato il successo (8 – 5) sull’SB Painting, che ha permesso a Davide Alberio (uomo partita con tre reti) e compagni di mantenersi a portata di aggancio dalla vetta.
Tre punti importantissimi anche quelli guadagnati dall’SOS Refund, che con precisione chirurgica è andato a sbarazzarsi della ST Meccanica, rimanendo appaiato in classifica all’AC Saldema. Simone Rossi (due volte), Paolo Lion, Luca Italiano e Alexander Bonito hanno messo in buca i centri utili per conquistare il successo (5 – 0) e mantenere i radar puntati sui primissimi posti.
Nell’ultimo match di giornata è infine arrivata la prima, agognata vittoria per il 2 Zeta Impianti, che voleva a tutti costi scrollarsi di dosso la scomoda etichetta di ultimo in classifica e c’è riuscito andando a vincere in casa del Real Brianza. Malgrado i centri di Alessandro Trevisan e Roberto Colombo, i brianzoli si sono dovuti arrendere (2 – 4). Andrea Zusso e Sebastiano Andolina hanno insaccato le reti della speranza, ma a conti fatti è la doppietta di Matteo Pozzer ad essere decisiva per regalare ai suoi i tre punti. Superato lo scoglio della prima vittoria, il 2 Zeta può ora guardare con maggiore serenità il futuro prossimo.

Classifica: Iceberg 9; AC Saldema, SOS Refund 6; Real Brianza, SB Painting, Pizzeria Corte Grande Lipomo, 2 Zeta Impianti, ST Meccanica 0.

Derby Monza, ai Galaxy il primo big match!

I Galaxy possono sorridere. Sono stati loro infatti ad aggiudicarsi il primo big match stagionale del Derby Monza di calcio a7. L’ostacolo da superare, Alter Interni, non era certo uno dei più agevoli trattandosi di una squadra ben rodata e già abituale frequentatrice dei tornei di calcio a 7 targati Brianza Tornei. I Galaxy però hanno dato prova di grande solidità e soprattutto grande efficacia in zona gol, andando a surclassare i rivali con un punteggio che non ammette appelli: 6 – 1. Mattatore dell’incontro Mirko Liccardo, che a suon di gol (quattro) e grandi giocate ha condotto per mano i suoi sino alla vittoria.
Compito decisamente più agevole quello espletato dalle altre due capoliste in coabitazione coi Galaxy, che in ogni caso hanno portato a compimento la loro missione giornaliera, vale a dire non perdere terreno sui rivali. I Bookmakers hanno seppellito sotto una valanga di gol gli Young Boys: Nicolò Domenico con 3 reti e Vito Missorici, Salvatore Palermo e Marco De Bonis con due reti ciascuno hanno fissato il punteggio sul definitivo 10 – 0. Ancora meglio è riuscito a fare tuttavia Tripodi Pane & Caffè, che si è imposto addirittura per 14 – 0 sul Team Oceano. Anche qui gol a non finire: 5 per Andrea Tripodi, 3 per Riccardo Lionti, 2 per Tommaso Grassi e Gianmarco Pozzoli.
Negli altri match, bene la Sestese che si è presa il quarto posto solitario a soli 2 punti dalla vetta andando a vincere 8 – 1 contro la Sala Impianti. Scala alcune posizioni in classifica anche l’AC Picchia, che è salito a quota 7 punti forte della vittoria ottenuta contro gli Evasi ( 5 – 10).
Bene gli All Blacks, che sono saliti a 6 in classifica sconfiggendo 2 – 4 l’AC Modetia e dando una risposta concreta sul campo dopo qualche difficoltà mostrata negli ultimi impegni.
Piccolo ma significativo balzo in avanti della PNZ che ha ottenuto la prima vittoria stagionale ai danni della Real Costa (2 – 1), salendo a 4 punti in graduatoria e staccando proprio i rivali sconfitti che sono invece rimasti fermi a 1. L’impresa non è invece riuscita ai Green Boys, che sono rimasti fermi al palo anche nel match contro gli Impermeabili. Lo score conclusivo premia questi ultimi (5 – 3) e lascia i Boys ancora fermi a 0 punti in classifica.

Classifica: Galaxy, Bookmakers, Tripodi Pane & Caffè 12; Sestese 10; Alter Interni 9; AC Picchia 7; All Blacks, Impermeabili, Team Oceano 6; Sala Impianti, PNZ 4; Real Costa 3; Gli Evasi 1;  Young Boys, AC Modoetia, Green Boys 0.

sabato 8 novembre 2014

Friday Sporting League, Iceberg e Dissidenti non perdono un colpo!

Terza giornata all’insegna della continuità nella Friday Sporting League. Hanno colto i tre punti sia l’Iceberg che i Dissidenti, confermando il primo posto in condominio e rinforzando ulteriormente la propria candidatura per la vittoria finale.
Da parte di Diego Seruggia (poker personale) e soci è arrivata un’altra prestazione più che confortante, che ha visto il loro Iceberg frantumare anche la resistenza della Dinamo Park: 8 – 3 il punteggio finale, imbattibilità stagionale confermata e morale a mille per la capolista, che è andata a segno anche con Marco Prisco, Donato Redolfi, Matteo Sergi e Giovanni Tripodi.
Non sono però rimasti a guardare i Dissidenti, che erano chiamati ad una risposta autoritaria per far capire di essere pienamente inseriti nella lotta al vertice.
Proprio in quest’ottica è di fondamentale importanza la vittoria ottenuta contro il Team Feree, che si è dovuto arrendere allo strapotere messo in evidenza dagli avversari. Anche per i dissidenti terzo successo consecutivo in un avvio di stagione che finora ha riservato solo sorrisi: la bella tripletta segnata da Matteo De Biasi, la doppietta di Marco Frigerio e le reti timbrate da Luca Passaretta, Marco Molteni e Stefano Rizzini hanno fatto da contorno ad una serata fatta di molte e luci e poche ombre per i Dissidenti. 8 – 2 lo score del match, primato conservato.
Bella vittoria anche per il Nacional Futsal Club, che sconfiggendo la Seleçao ha conquistato il terzo posto, staccando tutte le altre rivali rimaste ferme a 3 punti in classifica. Il successo è giunto grazie ai due gol di Alessandro Baini e alle marcature di Danilo Catacchio, Stefano Carrettoni, Andrea Folcio e Robert Gabriel Nicolaescu. Il 6 – 2 finale condanna la Seleçao al secondo ko su tre gare disputate; un trend che andrà invertito a tutti i costi nel prossimo turno quando i carioca affronteranno il Clash Stadium Desio, che nel frattempo si è portato anch’esso a quota 3 punti sbarazzandosi col punteggio di 8 – 3 del Coma Etilico (doppiette personali per Fabrizio Scumaci ed Emri Emini). Rimane a chiudere la graduatoria il fanalino di Coda Team Feree, ancora fermo a 0 punti, che nella prossima giornata dovrà vedersela contro la Dinamo Park. Spicca però su tutti gli altri match lo scontro diretto tra Dissidenti e Nacional Futsal Club: una vittoria dei Dissidenti potrebbe significare il primo vero, importante allungo stagionale da parte della coppia di testa.

Classifica: Iceberg, Fc Dissidenti 9; Nacional Futsal Team 6; Coma Etilico, Clash Stadium Desio, Seleçao, Dinamo Park 3; Team Feree 0.

giovedì 6 novembre 2014

I Desioparecidos spaventano la Sporting League!

I Desioparecidos fanno sul serio. La capolista della Sporting League ha retto alla grande la pressione nel primo vero banco di prova stagionale, cogliendo una vittoria tanto netta quanto pesante contro I Senza Nome. Lo scontro diretto fra le due squadre appaiate in vetta ha emesso il suo verdetto, mettendo in evidenza tutta la superiorità tecnica e atletica dei Desioparecidos, che grazie a questa vittoria guidano ora la classifica in solitaria. 8 – 2 l’impietoso score, al termine di un match che ha visto Giuseppe Vertolomo e Matteo Selvarolo prendere le redini della squadra e trascinarla al successo con una doppietta a testa. Gli sforzi profusi dai Sanza Nome sono risultati vani di fronte alla mole di gioco prodotta dagli avversari, che sono andati a bersagli con altri quattro giocatori: Mattia Barbera, Alberto Fruggiero, Matteo Nasuti e Andrea Carlucci.
Ora i Desioparecidos guidano con 3 punti di vantaggio proprio sui Senza Nome e sulla Terra delle Tradizioni, che deve recuperare una partita e nel frattempo ha strappato la seconda vittoria consecutiva contro il Mambo Number Five. La doppietta di Samuele Sardella e le reti di Tomas Noto e Alessandro Zanella hanno piegato la resistenza del Mambo (4 – 1), a cui servirà nel prossimo turno una prova di grande cuore per risollevare le proprie sorti in un inizio di stagione che finora ha regalato ben poche gioie.
Chi invece può essere soddisfatto sono i Galacticos, che contro la Banca Generali Team non sono andati troppo per il sottile infliggendo 10 reti agli avversari, che invece sono andati a segno solo una volta. Sugli scudi ben tre triplette, realizzate da Samuele D’Ambra, Calogero Randazzo e Michele Palomba. Forti di questo successo i Galacticos possono ora guardare con maggiore ottimismo una classifica che lascia spazio alle loro ambizioni playoff.
A braccetto coi Galacticos c’è l’SOS Refund, che con un perentorio 12 – 3 ha stroncato la resistenza degli Azzurri 2004. Hanno partecipato alla festa Alexander Bonito con quattro reti personali, e Stefano Ciriaco, Roberto Folatti, Simone Rossi e Luca Tedoni con una doppietta ciascuno.
Turno di riposo per i Goodfellas, che torneranno in campo nella prossima giornata affrontando la Banca Generali Team. Fari puntati tuttavia sullo scontro al vertice tra le uniche due squadre ancora a punteggio pieno, i Desioparecidos e La Terra delle Tradizioni. Interessante in chiave playoff la sfida in programma tra I Senza Nome e i Galacticos, che stanno attraversando un buon momento di forma.

Classifica: Desioparecidos (3 gare giocate) 9; La Terra delle tradizioni (2), I Senza Nome (3) 6; Galacticos (2), SOS Refund (3) 4; Goodfellas (2) 3; Azzurri 2004 (2), Banca Generali Team (2), Mambo Number Five (3) 0.