giovedì 30 gennaio 2014

Alte Groane League: Saldema tiene il comando.

Riprende dopo la sosta l'Alte Groane League, e lo fa all'insegna della continuità. Nel centro sportivo di Lentate sul Seveso la capolista AC Saldema riesce infatti a superare brillantemente i Cinque Luppoli, sconfiggendoli nell'ottava giornata con il netto parziale di 8 – 1. Restano dunque tre i punti di vantaggio sul secondo posto, occupato dall'Inazuma Eleven che non ha avuto problemi a regolare con un secco 6 – 0 il FC Drink.
Ottiene una vittoria preziosissima Zanella Pose e Serramenti, che porta a casa lo scontro diretto contro il Mambo Number Five (7 - 2)e lo sorpassa guadagnando la terza posizione in classifica. Decisivo ai fini dell'incontro il poker calato da Gaetano Sorbo. Il secondo posto, utile per accedere ai playoff provinciali, dista ora soltanto due punti.
Nell'ultimo match della giornata, vittoria larga anche per l'A – Team, che stende l'Atletico Micatanto con un perentorio 10 – 3 condito dalla tripletta di Michele Spinelli e dalla quaterna di Norberto Amontagna.
In classifica marcatori, Federico Leoni (Cinque Luppoli) viene agganciato a quota 20 reti da Gaetano Sorbo (Zanella Pose e Serramenti), seguiti a 19 da Alessandro Pettinicchio (Inazuma Eleven) e a 16 da Matteo Sardella (Zanella).

Classifica: AC Saldema 20; Inazuma Eleven 17; Zanella Pose e Serramenti 15; Mambo Number Five 13; A – Team 12; Cinque Luppoli 11; Ateltico Micatanto 3; FC Drink 0.

mercoledì 29 gennaio 2014

Domi 7 League: il Borgo Caffè vola, Alter Interni tiene, la Seleçao crolla.

Il Borgo Caffè può esultare. La dodicesima giornata di Domi Seven League regala una grande soddisfazione alla capolista, che nel delicato scontro diretto contro l'Ironbox si impone di misura e conquista tre punti di importanza capitale nell'economia del campionato. Le doppiette di Mattia Dessi e Riccardo Ronzoni sono decisive nel 6 – 5 finale, che consente al Borgo Caffè di mantenere la vetta della classifica e allo stesso tempo allungare il vantaggio sul terzo posto.
Tiene il passo Alter Interni, che piega 6 – 0 il FC Milano vendicando la sconfitta dell'andata, e mantiene viva la lotta al vertice rimanendo a un solo punto dal primo posto.
Precipita invece una Seleçao sempre più in picchiata, la cui anemia di punti non conosce fine: l'1 – 2 rimediato contro il GSO Oratorio San Carlo Seregno è il terzo ko consecutivo, il quarto nelle ultime 5 gare giocate. Fino ad ora il 2014 non ha portato in dote alla compagine carioca neppure un punto. Adesso anche il terzo posto è gravemente minacciato da Ironbox e Lomsardi, che tallonano l'ormai ex capolista e fiutano aria di sorpasso.
Esattamente opposto l'umore per l'Oratorio San Carlo, che dopo un inizio con qualche affanno di troppo ha trovato continuità di gioco e risultati, continua a scalare posizioni in classifica e avendo due gare da recuperare conta di guadagnare ulteriore terreno.
Bene anche i Lomsardi, che non senza qualche difficoltà riescono a sbarazzarsi del Monza United
(4 – 3) e a portarsi al quarto posto.
Negli ultimi due match, spicca la vittoria per 6 – 1 ottenuta dallo Special One contro il FC Piazza Italia, che ora è ultimo in classifica. Dopo essere risorti vincono ancora invece i Red Devils, che cavalcando l'onda dell'entusiasmo per i primi 3 punti ottenuti nella scorsa giornata si concedono il bis contro lo Speedy Babol (5 – 3) e salgano a quota 6 in classifica.

Classifica: Borgo Caffè 28; Alter Interni 27; CMT Seleçao 24; Lomsardi 22; Ironbox 21; GSO Oratorio San Carlo Seregno 18; Special One 17; Speedy Babol 9; Monza United 7; FC Milano 7; Red Devils 6; FC Piazza Italia 4.

martedì 28 gennaio 2014

Domi LEague: regna l'equilibrio.

Equilibrio in vetta. Nella dodicesima giornata di Domi League ciascuna delle prime tre della classe strappa i tre punti, mantenendo inalterate le distanze fra loro.
Il Millwall, fresco campione d'inverno, era chiamato a cogliere il successo nell'impegno contro il Cavriga Calcio. I leoni sono riusciti nel loro compito con estrema facilità, sbarazzandosi degli avversari con il roboante punteggio di 15 – 1. Christian Costantino continua giornata dopo giornata a segnare un gol dietro l'altro, e celebra la vittoria della sua squadra con otto centri personali.
L'Iceberg non si lascia intimorire e risponde per le rime al successo della capolista, con un ancor più perentorio 17 – 0 ai danni di Beverly Bum Bum. Anche Diego Seruggia realizza otto reti, portando così a 79 il suo spaventoso bottino stagionale. Festeggia anche Stefano Seruggia, autore di un poker.
Lo Studio Blu Cesano Maderno continua a sognare in grande e lo fa superando di slancio la GS Sandamianese, 6 – 3 il risultato finale.
Sale anche il Rastafari Team, che si impone 16 – 3 sul Bar Flox Cafè Lissone. Man of the match Massimo Paparella, che fa cifra tonda e buca per ben 10 volte il portiere avversario.
Nelle ultime due sfide, doppo 6 – 0 per il Monza United e il Real Bocia rispettivamente contro Bluefrancis e Real Sgnaka.

Classifica: Millwall 34; Iceberg 32; Studio Blu Cesano Maderno 30; Rastafari Team (una gara in meno) 22; GS Sandamianese 18; Monza United, Real Sgnaka 16; Beverly Bum Bum 15; Cavriga Calcio 12; Bluefrancis 9; Real Bocia (una gara in meno) 6; Bar Flox Cafè Lissone 0.

Marcatori: Diego Seruggia (Iceberg) 79; Christian Costantino (Millwall) 39; Rocco Nicolaci (Studio Blu) 24.

lunedì 27 gennaio 2014

Seregno Seven League: dopo 7 giornate, iniziano a delinearsi le gerarchie.

Fuga a braccetto. E' lo scenario che pian piano si sta dipingendo nella Seregno Seven League. Alla sua prima edizione, dopo sette giornate il torneo sta iniziando a delineare le sue gerarchie, soprattutto in vetta alla graduatoria.
Comanda il Patatinaikos, che forte delle sue sei vittorie si gode il primato con tre punti di vantaggio e resta l'unica squadra ancora imbattuta. La fuga della capolista è stata però parzialmente arginata dal FC Internazionale, che è riuscito a fermarla sul 9 – 9, impedendole così di scappare a +6 dal secondo posto.
La lotta a due sembra molto equilibrata: il Patatinaikos può contare sulle prodezze del capocannoniere Andrea Luisito, 17 gol insieme ad Antonio Garuccio del Novarello. Ma l'Internazionale rimane a portata di aggancio e può vantare il miglior attacco del torneo con ben 46 reti messe a segno. A fare la differenza finora è stata la maggiore solidità difensiva del Patatinaikos, che ha subito otto reti in meno rispetto ai rivali.
Rimane uno scomodo cliente con cui fare i conti l'Aquila, che ha perso contatto con le prime due in seguito al brusco e inatteso stop patito contro La Barrique (4 – 6) ma è stata comunque capace di infliggere all'Internazionale l'unico dispiacere stagionale.
Al quarto e quinto posto stazionano al momento la New Look e il Novarello, entrambe squadre che hanno fatto vedere buone qualità, ma che pagano un rendimento fin qui eccessivamente discontinuo e i troppi gol subiti. I prossimi turni saranno cruciali per capire la portata delle loro ambizioni in classifica.

sabato 25 gennaio 2014

Seregno 7 League: volano Patatinaikos e Internazionale.

Il Patatinaikos soffre ma vince. Lo fa nella settima giornata di Seregno Seven League, superando di misura New Look in un match tanto combattuto quanto avvincente. La partita si conclude sul 6 – 5 in favore della capolista, con un espulso per parte e il risultato in bilico fino all'ultimo secondo.
E' una vittoria che vale doppio per il Patatinaikos, perchè arriva contro una diretta concorrente, che sperava di accorciare a -2 dalla vetta e invece dopo questo ko si ritrova a -8.
Oltre che su New Look, la prima in classifica guadagna terreno prezioso anche ai danni dell'Aquila, che deve soccombere sotto i colpi de La Barrique trascinata dalla tripletta messa a segno da Pasquale Ciano: 6 – 4 il risultato finale.
L'unica squadra capace di tenere il ritmo indemoniato imposto dal Patatinaikos al campionato sembra essere il FC Internazionale. I nerazzurri, dopo aver fermato la capolista, sono risultati vittoriosi sull'Infinity, 7 – 2 con cinquina personale griffata da Matteo Gerosa. Grazie a questo importantissimo successo l'Internazionale rimane a 3 punti dal Patatinaikos e prosegue il suo inseguimento senza lasciare punti per strada.
Nell'ultima sfida in programma, brilla la stella di Antonio Garuccio, che realizza la bellezza di sei reti e permette al Novarello di superare brillantemente l'ostacolo Diamond FC. 12 – 4 il finale di un incontro in cui c'è gloria anche per Alessio Fontolan, autore di una tripletta.
In classifica marcatori comanda sempre Andrea Luisito del Patatinaikos, affiancato a 17 reti da Antonio Garuccio del Novarello. A seguirli Diego Zambara (New Look) a quota 15.

Classifica: Patatinaikos 19; FC Internazionale 16; Aquila 12; New Look 11; Novarello 10; Infinity 7; La Barrique 6; Diamond FC 0.

venerdì 24 gennaio 2014

Domi League: tutti a caccia dei leoni...

Caccia ai leoni. Non è il titolo di un documentario su National Geographic, ma il canovaccio che si prospetta per il girone di ritorno della Domi League 2013 – 14.
Il titolo di campione d'inverno è rimasto in bilico fino all'ultimo, ma alla fine è stato il Millwall a spuntarla, chiudendo in testa con due soli punti di vantaggio sull'Iceberg. Dopo l'avvincente scontro diretto conclusosi in parità, i due wunderteam del torneo sembravano destinati ad un arrivo al giro di boa a pari punti. Ma a sparigliare le carte in favore dei leoni ci ha pensato il Rastafari Team, che nella penultima giornata è riuscito nell'impresa di bloccare sul 3 – 3 l'Iceberg, consentendo al Millwall di rosicchiare due punticini e volare in vetta.
I lions finora non hanno sbagliato praticamente nulla: 10 vittorie e un solo pareggio ottenuto proprio contro l'Iceberg. Il dato emblematico che si nota osservando la classifica è la sproporzione delle due squadre tra attacco e difesa: l'Iceberg ha segnato una valanga di gol (110, di cui ben 71 messi a pallino dal solo Diego Seruggia). Addirittura 32 più del Millwall, che però rimane a galla grazie alla sua retroguardia di granito: solo 23 gol incassati, mentre l'Iceberg ne ha subiti 42.
L'unica possibile incognita rispetto alle due principali contendenti può essere lo Studio Blu, che è stato bravissimo a non perdere punti per strada contro le rivali meno quotate ma non ha saputo reggere l'urto negli scontri diretti, raccogliendo solo due sconfitte. La doppia sfida del girone di ritorno sarà quindi fondamentale per la compagine di Cesano Maderno, che non può assolutamente permettersi ulteriori battute d'arresto se non vuole pregiudicare la sua classifica.
Spera ancora in un posticino al caldo il Rastafari Team, comunque autore di una stagione finora più che onorevole, che proverà ad accorciare a 5 punti il proprio distacco dal terzo posto nel recupero in cui dovrà affrontare il Real Bocia.
Alle spalle della quarta la classifica si accorcia ulteriormente, con cinque squadre in 6 punti. A chiudere invece troviamo Bluefrancis, Real Bocia e Bar Flox Cafè Lissone, che non ha ancora conquistato nessun punto e proverà in tutti i modi ad ottenere qualche risultato utile per abbandonare l'ultima posizione.

mercoledì 22 gennaio 2014

Borgo Caffè (Domi 7 League): tre punti e primato!!

Il sorpasso era nell'aria, e si è concretizzato. L'undicesima giornata di Domi Seven League è quella giusta per il Borgo Caffè, che vincendo per 3 – 0 ai danni dello Special One balza in vetta alla classifica. Il ribaltone è stato reso possibile dal secondo ko di fila della Seleçao, il terzo in quattro partite. La formazione carioca ha iniziato il nuovo anno in caduta libera. La sconfitta contro Ironbox, maturata col passivo di 2 – 7, costa carissimo al settebello brasiliano, che contro la prima, la seconda e la quarta in classifica non è finora riuscito a raccogliere neppure un punto.
Per il Borgo Caffè invece è un urlo di gioia che vale doppio visto che, così come Alter Interni, ha una partita da recuperare e la concreta possibilità di spedire la Seleçao a -4 dal primo posto.
Era uno scenario che a metà dicembre pareva impensabile, e si è invece concretizzato nel giro di un mese. Lo stesso Ironbox grazie alla pesantissima vittoria si porta a soli tre punti dalla Seleçao, che a questo punto vede minacciato addirittura il suo attuale terzo posto.
Può festeggiare anche lo Speedy Babol che al termine di una gara molto combattuta piega la resistenza del Monza United (6 – 5) e respira una boccata di ossigeno.
Nell'altro match previsto giungono infine i primi agognati tre punti dei Red Devils, che vincono 5 – 3 contro FC Piazza Italia (doppiette di Silvio Boni e Gabriele Mason), scacciano il fantasma degli 0 punti stagionali che da diverse settimane aleggiava sulla squadra, e colgono l'occasione per avvicinare il Monza United e il FC Piazza Italia, rimasti entrambi fermi a 4 punti.

Classifica: Borgo Caffè (10) 25; Alter Interni (10), Seleçao (11) 24; Ironbox (10) 21; Lomsardi (9) 16; GSO Oratorio San Carlo Seregno (8) 15; Special One (11) 14; Speedy Babol (10) 9; FC Milano (9) 7; FC Piazza Italia (10) 4; Monza United C7 (6) 4; Red Devils (10) 3.

Marcatori: Simone Colombo (Borgo Caffè) 22; Filippo Mastroianni (Ironbox) 16; Marcos Pereira Leonardo (Seleçao) 15; Matos Santana Marcio (Seleçao) 13.

martedì 21 gennaio 2014

Domi League: il Millwall è campione d'inverno!!

Il Millwall è campione d'inverno. L'undicesima giornata di Domi League sorride ai leoni che chiudono il girone d'andata al primo posto, con dieci vittorie all'attivo e un solo pareggio. La sfida testa – coda della classifica si rivela un autentico calvario per il malcapitato Bar Flox Cafè Lissone, che subisce impietosamente il tiro al bersaglio della capolista e ne esce sconfitto con il pesantissimo passivo di 17 – 0. Christian Costantino si conferma in splendida forma e mette in scena uno show nello show realizzando sette reti, a cui si vanno a sommare le triplette di Daniele Barbirolo e Marco Carniel.
Se il Millwall sorride, altrettanto può fare l'Iceberg, che risponde alla goleada della prima della classe con il rotondo 11 – 3 rifilato al Real Bocia. Anche in quest'occasione Diego Seruggia è protagonista con una quaterna, mentre Marco Cice si "accontenta" di una tripletta. Pur con il rammarico di essersi momentaneamente lasciato sfuggire il primato, l'Iceberg ha dato l'ennesima prova di forza della sua stagione e continua ad incalzare la vetta a soli due punti di distacco.
Ottima prestazione anche da parte dello Studio Blu, che liquida agevolmente il Cavriga Calcio con punteggio tennistico (6 – 0) e si mantiene così a quattro lunghezze dalla vetta, nella speranza di riuscire nel girone di ritorno a raccogliere più punti negli scontri diretti.
Dietro le prime tre, una voragine: il Rastafari Team, atteso dal recupero contro il Real Bocia, grazie al 6 – 0 sul Real Sgnaka rimane a otto punti da terzo posto. La sensazione è che dovrà fare gli straordinari se vorrà colmare il gap e sperare nella qualificazione ai playoff.
Medesimo risultato (6 – 0) anche per la GS Sandamianese contro Bluefrancis, mentre Beverly Bum Bum porta a compimento l'operazione sorpasso ai danni del Monza United: la vittoria per 4 – 1 permette ai biancorossi di portarsi a 15 punti e avvicinarsi pericolosamente al sesto posto occupato dal Real Sgnaka.

Classifica: Millwall 31; Iceberg 29; Studio Blu Cesano Maderno 27; Rastafari Team (una gara in meno) 19; GS Sandamianese 18; Real Sgnaka 16; Beverly Bum Bum 15; Monza United 13; Cavriga Calcio 12; Bluefrancis 9; Real Bocia (una gara in meno) 3; Bar Flox Cafè Lissone 0.

Marcatori: Diego Seruggia (Iceberg) 71; Christian Costantino (Millwall) 31; Rocco Nicolaci (Studio Blum Cesano Maderno) 23.

lunedì 20 gennaio 2014

Friday sporting League: maratona tra equilibristi.

Una maratona tra equilibristi. Si potrebbe riassumere in questi termini il primo scorcio della Friday Sporting League di Desio, che dopo la sosta natalizia ha vissuto la sua decima giornata il 17 gennaio. I Blancos guidati da Michele Luccisano, che fatta eccezione per il ko patito contro l'Iceberg le hanno vinte tutte, hanno dato anche al nuovo anno la sterzata giusta andando a prendersi i 3 punti sulla Dinamo Park.
La vittoria ha cementato ancor di più le certezze del gruppo nei propri mezzi, e consolidato il primato in classifica: +3 sulla Dynamo Nova, +4 sull'Iceberg, +8 sullo Storting Club.
Avendo le prime cinque classificate subito tutte dai 36 ai 39 gol, appare evidente che la differenza in positivo per la capolista l'abbia fatta l'attacco. Più dei 73 centri, a colpire è l'altro singolare primato dei Blancos, che sono l'unica squadra ad aver mandato tre giocatori in doppia cifra: si tratta di Andrea Carlucci (20 gol), Mattia Barbera (16) e Matteo Selvarolo (16).
L'Iceberg si conferma giornata dopo giornata squadra molto tosta e difficile da affrontare (gli stessi Blancos ne sanno qualcosa), ma allo stesso tempo fatica a trovare soluzioni offensive che non passino necessariamente per i piedi del suo bomber principe, Diego Seruggia. Dei 37 gol segnati dall'Iceberg, 31 li ha fatti lui. Il recente, deludente pareggio per 4 – 4 maturato contro i Dissidenti, ha momentaneamente allontanato la vetta, che dista ora quattro lunghezze. Ma Diego Seruggia e soci rimarranno, fino alla fine, una delle principali antagoniste ai Blancos nella lotta per la vittoria finale.
Non va assolutamente sottovalutata la Dynamo Nova, che ha guadagnato nell'ultima settimana la seconda posizione e ora ambisce a scalzare i Blancos dal loro piedistallo.
I ragazzi di Simone De Bellis pagano la doppia sconfitta patita negli scontri diretti, ma hanno il grande merito di non aver gettato alle ortiche nemmeno un punto contro le squadre dal quarto posto in giù, riuscendo così a mantenersi nel terzetto che guida la graduatoria.
Squadra imprevedibile, con un'ottima differenza reti: 36 gol subiti e 63 segnati, mandando per di più a bersaglio un gran numero di marcatori. Il suo entusiasmo potrebbe costituire un propellente micidiale per provare ad incalzare la vetta.
Appaiono più staccate le altre, anche se lo Storting Club dovendo recuperare una partita può ancora sperare di dar fastidio alle magnifiche tre.

sabato 18 gennaio 2014

Seregno 7 League: il Patatinaikos non scappa.

Il Patatinaikos si mantiene saldamente al comando. Dopo lo scontro diretto valevole per la sesta giornata della Seven League di Seregno, la capolista non va in fuga ma non perde nemmeno punti rispetto alle inseguitrici.
Rimane così inalterato il distacco di tre punti su FC Internazionale, che sentiva profumo di aggancio ma si è dovuto accontentare di un pareggio. Un risultato che comunque non impedisce di mantenersi nella scia del Patatinaikos. La gara, ricca di colpi di scena e protagonisti, si è così conclusa sul risultato di 9 – 9, all'insegna di gol e spettacolo: per il Patatinaikos vanno a tabellino quattro gol di Andrea Luisito e tre di Valerio Capocchiano, il FC Internazionale risponde mettendo sul piatto della bilancia due triplette griffate da Riccardo Carletto e Marco Mauri.
Grazie al pareggio tra le prime due, la New Look aveva l'occasione di guadagnare terreno e portarsi a tre punti dalla vetta, ma non è andata oltre il 4 – 4 con Novarello, venendo così superata dall'Aquila che invece si è imposta per 6 – 4 sull'Infinity.
Nell'ultimo match in calendario per questa giornata, coglie il primo successo stagionale La Barrique, che ottiene una netta vittoria contro il Diamond FC, costringendolo a rimanere inchiodato a 0 punti. Mattatore dell'incontro, conclusosi sul 12 - 4, Paolino Arrivas, che oltre ai tre punti per la sua squadra può festeggiare anche i 7 gol messi a segno in una serata per lui sicuramente speciale.
In classifica marcatori, sale a 16 gol Andrea Luisito (Patatinaikos), tallonato a 13 da Diego Zambara (New Look) e Paolino Arrivas (La Barrique). Segue a 11 Toni Hyskaj dell'Aquila.

Classifica: Patatinaikos 16; FC Internazionale 13; Aquila 12; New Look 11; Novarello, Infinity 7; La Barrique 3; Diamond FC 0.

mercoledì 15 gennaio 2014

Domi Seven League: scossone in vetta!

Il nuovo anno inizia sempre con i botti. La Domi Seven League si è voluta allineare a questa tradizione, e nella prima giornata del 2014 ha subito regalato forti emozioni.
Il Borgo Cafè mette a segno un colpaccio pesantissimo e sbanca il botteghino abbattendo con un roboante 8-3 una frastornata Seleçao. Il big match della decima giornata si rivela amarissimo per il settebello carioca, che subisce un poker dallo scatenato Simone Colombo e oltre ai tre punti perde per strada anche il primato solitario. Nell'altra sfida al vertice infatti, Alter Interni non si lascia sfuggire la ghiotta occasione e porta a casa la vittoria contro Ironbox, grazie alla tripletta di Mattia Porro e alle due reti di Alessandro Moroni. Nel 7 – 3 finale, il tris messo a segno da Filippo Mastroianni serve solo ad addolcire il passivo.
Grazie a questo successo Alter Interni affianca ora a 24 punti la Seleçao, ma è primo in virtù della differenza reti. Segue il Borgo Cafè che ora è staccato di soli due punti dal primo posto: galvanizzato dal successo e con una gara da recuperare, ora può davvero sognare in grande.
Perdono terreno invece i Lomsardi e il GSO Oratorio San Carlo Seregno, che non vanno oltre il pareggio (6 – 6) e vedono allontanarsi la terza posizione. Torna al successo lo Special One, che dopo aver raccolto solo un punto nelle ultime tre giornate riesce a battere i Red Devils (sempre a 0 punti) per 5 – 2. L'ultima sfida della giornata, quella tra Speedy Babol e FC Milano, termina sul 5 – 3.
In classifica marcatori guida sempre Simone Colombo del Borgo Caffè (21 gol per lui), seguito a 14 da Filippo Mastroianni (Ironbox) e Marcos Pereira Leonardo (Seleçao).

Classifica: Alter Interni (10), Seleçao (10) 24; Borgo Cafè (9) 22; Ironbox (9) 18; Lomsardi (9) 16; GSO Oratorio San Carlo Seregno (8) 15; Special One (10) 14; FC Milano (9) 7; Speedy Babol (9) 6; FC Piazza Italia (9), Monza United (5) 4; Red Devils (9) 0.

martedì 14 gennaio 2014

Domi League: Millwall, la vetta è tua!!

Dopo quasi tre mesi da extraterrestre, per una settimana l'Iceberg torna sulla Terra. A riuscire nell'impresa di fermarlo è il Rastafari Team, che al termine di una gara molto combattuta strappa un preziosissimo pareggio. Il punteggio finale di 3 – 3 costringe l'Iceberg ad un insolito secondo posto, complice la contemporanea vittoria del Millwall (6 – 0 al Real Sgnaka) che regala ai leoni la tanto agognata vetta della classifica.
La doppietta timbrata da Giuseppe Minissale non è bastata all'Iceberg, orfano per questo turno del suo bomber Diego Seruggia, per cogliere la nona vittoria stagionale su dieci partite giocate. Il Millwall avrà così la ghiottissima occasione, vincendo la prossima partita contro il Bar Flox Cafè Lissone ultimo in classifica, di laurearsi campione d'inverno.
Il punticino ottenuto non può certo soddisfare l'Iceberg, ma infonde una grande iniezione di fiducia nel Rastafari Team, che si porta a 16 punti e con una gara da recuperare spera ancora di insidiare il terzo posto utile per accedere ai playoff. Impresa tutt'altro che semplice, visto che lo Studio Blu Cesano Maderno approfitta dello scontro diretto e guadagna due punti su entrambe le rivali imponendosi 6 – 0 contro il Bar Flox. La classifica a questo punto sorride a Fabio Bassissi e compagni, che vedono aumentare a 8 i punti di vantaggio sul quarto posto, e allo stesso tempo accorciano a 2 punti il distacco dall'Iceberg.
Il Monza United aveva l'occasione, vincendo, di agganciare il Rastafari Team, ma al contrario perde nettamente 2 – 7 contro la GS Sandamianese e subisce addirittura il sorpasso da quest'ultima. Decisive la tripletta di Alberto Cusimano e la doppietta di Paolo D'Onofrio.
Turno positivo anche per Cavriga Calcio (sofferto 9 – 8 su Bluefrancis) e Beverly Bum Bum (7 – 3 inflitto al Real Bocia), che salgono a quota 12 punti e mettono 6 lunghezze tra sé e la terzultima piazza.

Classifica: Millwall 28; Iceberg 26; Studio Blu 24; Rastafari Team e Real Bocia (una gara in meno) 16; GS Sandamianese 15; Monza United 13; Beverly Bum Bum e Cavriga Calcio 12; Bluefrancis (una gara in meno) 6; Real Bocia (una gara in meno) 3; GSO Oratorio San Carlo Seregno 0.

Marcatori: Diego Seruggia (Iceberg) 67; Christian Costantino (Millwall) 24; Rocco Nicolaci (Studio Blu) 22.

lunedì 13 gennaio 2014

Sporting League, che inizio d'anno: bagarre, sorprese e spettacolo!

Conclusa la sosta natalizia, per tutti i campionati di Brianza Tornei è il momento di ripartire. Lo ha fatto a spron battuto la Sporting League di Desio, con l'11ma giornata giocata l'8 Gennaio che ha subito regalato grandi sorprese. I Blancos, dominatori indiscussi della prima parte di torneo con ben 9 vittorie e una sola sconfitta (contro i Bookmakers), si sono infatti lasciati sorprendere dall'Iceberg, vanificando di fatto tutto il vantaggio accumulato nelle settimane precedenti.
La netta sconfitta maturata (10 – 4) non impedisce ai ragazzi di Michele Luccisano di laurearsi campioni d'inverno, ma li costringe a farlo con un solo punto di vantaggio sulla coppia AC SoleIceberg, appaiata al secondo posto, e con appena due lunghezze su New York Diesel.
Al giro di boa dunque, nella lotta al vertice le carte sono nuovamente sparigliate, con i Bookmakers e la New Team che dovranno imporre al campionato dei ritmi forsennati se non vorranno abbandonare anzitempo le rispettive speranze di accedere almeno ai playoff.
Tra le quattro squadre di testa invece si annuncia una lotta serrata senza esclusione di colpi: i numeri sembrano incoraggiare Iceberg e AC Sole, che vantano i due migliori attacchi (rispettivamente 80 e 78 gol messi a segno) e le due migliori difese (36 e 27 reti subite). Gli Iceberg in particolare fanno molto affidamento sulla freddezza da serial killer di Diego Seruggia, 42 centri che pesano come macigni sulla graduatoria. Anche le rivali tuttavia hanno diverse frecce al loro arco, ad esempio Matteo Romele (AC Sole) e Alberto Fruggiero (Blancos), entrambi con uno score personale quantomeno invidiabile (23 reti a testa), e Stefano Valentini (New York Diesel, 22 marcature per lui).
I numeri sembrano indicare uno scarto davvero minimo tra le contendenti, che in attesa dei risolutivi scontri diretti dovranno anche fare molta attenzione alle rivali sulla carta più deboli: un passo falso imprevisto potrebbe per chiunque complicare non poco la corsa al titolo.