sabato 28 febbraio 2015

Dissidenti - Iceberg, sfida infinita!

Pronostici rispettati nella Friday Sporting League. Iceberg e Dissidenti non potevano assolutamente permettersi passi falsi nella quartultima giornata del torneo di Desio, con il risolutivo scontro diretto in programma nel penultimo turno che si avvicina sempre di più. La capolista doveva difendere i suoi tre punti di vantaggio e lo ha fatto come sempre alla grandissima, vincendo per 8 – 3 una partita tutt’altro che scontata da condurre in porto. L’avversario era il Nacional Futsal Club, attualmente quarto in classifica e quindi immerso fino al collo nella lotta ai playoff. Per i Dissidenti in ogni caso nessun ostacolo sembra essere troppo grande: alla fine anche il Nacional è stato piegato e un altro pezzettino di titolo è stato conquistato, attendendo la madre di tutte le partite che chiarirà ogni dubbio.
Ancor più decisiva forse era la prova a cui era chiamato l’Iceberg, consapevole che un eventuale passo falso avrebbe potuto proiettare i rivali a +5 e quindi rendere vana anche un’eventuale vittoria nel big match. Diego Seruggia e compagni malgrado tutto ciò non hanno minimamente sentito la tensione, e con la calma glaciale propria delle grandi squadre hanno schiacciato il Coma Etilico. Le triplette di Diego e Stefano Seruggia hanno fatto pendant con una serata di sole luci per l’Iceberg campione d’Italia.
In chiave playoff si è leccato i baffi il Team Feree, che ha approfittato del doppio ko delle rivali per agganciare Nacional e il Coma Etilico. La vittoria contro la Dinamo Park è arrivata dopo una girandola di emozioni che ha rischiato seriamente di disarcionare il Team Feree, alla fine premiato dalla pesantissima tripletta infilata da Jean Baptiste Delaunay (4 – 3 lo score). Ancora un boccone amaro invece per la Dinamo, che come già accaduto molte volte quest’anno ha giocato un’ottima partita e rischiato di portare a casa un risultato positivo, salvo poi ritrovarsi con un pugno di mosche.
L’ultimo match di giornata riguardava la coda della classifica e ha visto la Real Brianza sbarazzarsi della Seleçao. 3 – 0 il risultato, che premia la Real con tre punti e le consente di sopravanzare proprio i rivali di 3 lunghezze, agganciando anche la Dinamo Park. Per la Seleçao si è dunque materializzato lo spettro dell’ultimo posto, che andrà scacciato nelle ultime tre gare di un campionato comunque da dimenticare.
Classifica: Dissidenti 33; Iceberg 30; Team Feree, Nacional Futsal Team, Coma Etilico 15; FC Brianzola, Dinamo Park 9; Seleçao 6.

giovedì 26 febbraio 2015

Desioparecidos campioni e invincibili! Può partire la festa.

I Desioparecidos sono finalmente campioni! E’ giunto con quattro giornate di anticipo il primo verdetto ufficiale del campionato provinciale 2014 – 15, ed è giunto con pieno merito. I novelli campioni della Sporting League non hanno solo dominato il torneo di Desio, lo hanno occupato militarmente: 13 vittorie in altrettante gare giocate, distacchi abissali inflitti agli avversari (- 13) tenendo anche conto della durata della regular season, un monologo iniziato nella prima giornata che ha trovato ora anche la consacrazione dell’aritmetica. Non è dunque un caso che il verdetto matematico sia giunto proprio nello scontro diretto contro l’SOS Refund che prima del match occupava la seconda piazza. La partita non è mai stata in discussione, coi Desioparecidos che hanno subito preso il largo e hanno poi dilagato aumentando lo score. I gol del titolo sono stati messi a segno da Matteo Selvarolo (tris, 22 centri stagionali per lui) e Matteo Nasuti (doppietta).
Se per la capolista la posta i gioco era elevata, per l’SOS Refund in palio non c’era di certo in palio soltanto l’orgoglio: la sconfitta complica terribilmente i piani di Paolo Lion e compagni, che si sono visti scavalcare in classifica sia dai Galacticos che dalla Terra delle Tradizioni. E i Galacticos hanno giocato una gara in meno. Ci sarà dunque da sudare parecchio per l’SOS per conquistare quel terzo posto che è l’obiettivo minimo stagionale, senza il quale volerebbe via anche la possibilità di giocarsi i playoff che assegneranno il titolo di Campione di Monza e Brianza.
Per i galattici i tre punti del sorpasso sono arrivati grazie alla vittoria maturata contro i Goodfellas. Partita tiratissima, resa ancor più in bilico dalla doppietta di Marco Brescia. Alla fine però i Galacticos grazie alle prodezze di Emri Emini, Calogero Randazzo e Alessandro Corti sono riusciti a spuntarla vincendo 3 – 2. Partita molto meno ostica quella vinta dalla Terra delle Tradizioni, che ha superato di slancio (8 – 3, tripletta per Diego Seruggia) i Senza Nome, guadagnando posizioni preziose in vista del rush finale.
Nel prossimo turno i Desioparecidos campioni osserveranno un turno di riposo e potranno quindi festeggiare per due settimane lo strameritato trionfo. Per tutti gli altri invece riprenderà subito la lotta, che non dovrà conoscere battute d’arresto, pena la mancata qualificazione per i playoff: per i Galacticos impegno sulla carta abbordabile contro gli Azzurri 2004. L’attenzione tuttavia sarà tutta per il risolutivo duello fra la Terra delle Tradizioni e l’SOS Refund, che si affronteranno fra loro e saranno chiamate a sparare tutte le cartucce residue, i primi per piazzare l’allungo e i secondi per cercare il riscatto.

Classifica: Desioparecidos 39; Galacticos, Terra delle Tradizioni 26; SOS Refund 24; Goodfellas 11; Banca Generali Team 10; Azzurri 2004; Senza Nome 9; Mambo Number Five 5.

mercoledì 25 febbraio 2015

Sportvillage, Diego Seruggia devastante!

Diego Seruggia non si ferma più. Anche nella tredicesima giornata di Sportvillage League il centravanti dell’Iceberg ha regalato prodezze e colpi di classe, segnando altre sette reti e lanciandosi sempre più in vetta alla classifica marcatori. A rimanere vittima del rullo compressore Iceberg, al dodicesimo successo su dodici gare giocate, questa volta è toccato agli Imbruttiti, annientati 5 – 9. La sfida contro l’ultima in classifica pareva francamente segnata ancor prima del fischio d’inizio, ma va comunque riconosciuto all’Iceberg il grande merito di aver vinto finora contro tutti gli avversari in ogni circostanza, dimostrando di provenire semplicemente da un altro pianeta. Avere nei propri ranghi un giocatore nella condizione psicofisica in cui versa Seruggia in questo momento dà all’Iceberg la sensazione di disporre di un arma micidiale, devastante come la polvere da sparo mentre gli altri sono ancora fermi agli archi e alle frecce.
In una giornata dove l’Iceberg ha rubato a tutti la scena, c’è comunque spazio per la felicità dell’Autofficina D’Uonno, che ha allungato sul terzo posto sconfiggendo 0 – 5 gli Sharks nel big match. Altra doppietta per Marco Antripaldi, e con questo successo la qualificazione ai playoff sembra davvero bella e impacchettata. I punti di vantaggio sugli Sballeros, fermati sul 3 – 3 dalla UDM 71, sono infatti saliti a 7, un margine più che rassicurante. In questo ultimo scorcio di torneo basterà dosare le energie per conservare la posizione e poi dare il tutto per tutto nelle finali provinciali. Sballeros che come già detto sono stati ancora una volta fermati, ma che malgrado questo hanno agganciato in classifica gli squali al terzo posto: sarà proprio in quest’ottica che il campionato dovrà dare risposte nelle ultime giornate, in attesa che la griglia per i playoff venga delineata e il campionato provinciale entri nella sua fase più calda, quella dove chi perde viene eliminato e chi vince avanza nel tabellone, fino a laurearsi Campione di Monza e della Brianza.

Classifica: Iceberg 36; Autofficina D’Uonno 27; Sballeros, Sharks 20; Sorgenia 16; UDM 71 11; Atletico Rondino 9; Dream Team 6; AS Imbruttiti 4

martedì 24 febbraio 2015

Iceberg, trionfo ad un passo a Lentate!

L’Iceberg è veramente a un soffio dal primo trionfo del 2015. Con la vittoria per 9 – 5 ai danni della ST Meccanica, la formazione campione d’Italia ha mantenuto gli 8 punti di vantaggio sulla seconda in classifica nell’Alte Groane League. Quando mancano solo tre giornate alla fine del torneo, ciò significa che a Diego Seruggia e soci basterà conquistare un solo punto per laurearsi aritmeticamente campioni del torneo di Lentate, titolo che al momento appartiene ancora all’AC Saldema. La ST si è rivelata totalmente impotente dinnanzi alle scorrerie del capocannoniere Diego Seruggia, che ha potuto fare ciò che ha voluto fra le maglie avversarie e ha messo a segno la bellezza di 7 reti personali. Bella ma inutile la doppietta di Andrea Redaelli, che ha solo potuto ammorbidire un’inevitabile sconfitta.
Malgrado le speranze di titolo siano praticamente svanite, la vittoria per 3 – 1 sulla Real Brianza da parte dell’SOS Refund non è servita solo a risanare l’orgoglio ferito. I tre punti conquistati infatti sono serviti a blindare il secondo posto (+4) e a mettersi al riparo da brutte sorprese nella lotta ai playoff: nel prossimo turno il +7 sul quarto posto potrebbe tramutarsi con una vittoria in certezza matematica della partecipazione alle finali provinciali.
Molto bene anche l’AC Saldema, che dovrà rinunciare allo scettro di campione ma salvo cataclismi parteciperà per il secondo anno di fila ai playoff. La seconda e la terza in classifica possono festeggiare anche perché nel frattempo l’SB Painting è stato abbattuto dal 2 Zeta Impianti, trascinato dal tris di Sebastiano Andolina. Una sconfitta dalle conseguenze probabilmente ineluttabili per l’SB, visto che ora il terzo posto dista tre punti e nel prossimo turno ci sarà il delicatissimo big match contro l’SOS Refund.
Gerarchie dunque che appaiono piuttosto definite in quel di Lentate, in attesa di celebrare lo strameritato trionfo dell’Iceberg nelle prossime settimane. Iceberg che a questo punto può anche puntare a chiudere in bellezza, a punteggio pieno, il girone.

Classifica: Iceberg 33; SOS Refund 25; AC Saldema 21; SB Painting 18; 2 Zeta Impianti 12; ST Meccanica 11; Real Brianza 10; Pizzeria Corte Grande Lipomo 0.

domenica 22 febbraio 2015

Froday Sporting: per i Dissidenti si avvicina l'ora decisiva!

Meno quattro. Recita così il countdown che separa i Dissidenti da quello che sarebbe un successo storico nella Friday Sporting League di Desio: l’attuale capolista sarebbe infatti la prima squadra in due anni tra campionati provinciali e nazionali a riuscire nell’impresa di sopravanzare l’Iceberg, che nella passata stagione ha vinto tutto. Anche la decima giornata del torneo di Desio ha visto i Dissidenti controllare senza difficoltà il margine di tre punti con cui guidano la classifica (scontro diretto a vantaggio), piegando 8 – 0 il Team Feree. Si è segnalata su tutte le altre prestazioni quella di Matteo Di Biasi, autore di un poker d’autore che ha spianato la strada ai suoi. A questo punto rimangono da affrontare, in successione, Nacional Futsal Club, FC Brianzola, Iceberg nel big match e per finire la Dinamo Park. Sarà decisiva già la prossima sfida contro il Nacional, attualmente terzo in classifica e in piena lotta playoff: una vittoria regalerebbe ai Dissidenti la concreta possibilità di mantenere invariate le distanze alla vigilia dello scontro diretto, nel quale potrebbero dunque bastare due risultati su tre.
Mentre i Dissidenti erano impegnati ad asfaltare la vittima di turno, hanno rischiato però moltissimo i Seruggia boys, vittoriosi ma solo dopo aver tremato fino all’ultimo. A rischiare di far saltare gli equilibri in vetta è stata la pimpante Dinamo Park, che paga con una classifica forse eccessivamente severa (terzultimo posto) una stagione davvero storta, ma che anche in Coppa di Lega aveva messo in luce parte del suo potenziale. Alla fine a fare la differenza sono state ancora una volta le reti di Diego Seruggia, che hanno comunque consentito all’Iceberg di cogliere una vittoria davvero sofferta (6 – 4).
Tantissimi brividi anche per il Nacional Futsal Club, che forse con la testa era già al big match di settimana prossima coi Dissidenti, ma ha rischiato seriamente di lasciare lo scalpo ad un avversario sulla carta nettamente più debole. La Seleçao ha dato non poco filo da torcere agli avversari, ma alla fine è uscita dal campo con 0 punti, un ko immeritato (2 – 3) e parecchi rimpianti. Stefano Carrettoni con la sua doppietta ha regalato ai suoi tre punti pesanti come il granito, che consentono al Nacional di mantenere il terzo posto in classifica. Terzo posto che però è in condominio con il Coma Etilico, reduce dalla passeggiata sulle spoglie della FC Brianzola (16 – 1).
Diventa un doppio incrocio da brividi a questo punto quello della prossima settimana: Dissidenti attesi al varco dal Nacional terzo, e Iceberg che dovrà superare l’ostacolo Coma Etilico, quarto. Due grosse fette di titolo e terzo posto (utile in chiave playoff provinciali) si decideranno proprio in queste due sfide d’altissima classifica.

Classifica: Iceberg 30; Dissidenti 27; Nacional Futsal Club, Coma Etilico 15;  Team Feree 12; Dinamo Park 9; Seleçao, FC Brianzola 6.

venerdì 20 febbraio 2015

Sporting, Desioparecidos imprendibili!

Desioparecidos sempre al galoppo in Sporting League. Un altro turno del prestigioso torneo di Desio è andato in scena, ma non è cambiato il copione: tre punti alla capolista. A fare le spese dello strapotere della prima della classe questa volta è toccato alla Terra delle Tradizioni, piegata dalla doppietta di Andrea Carlucci e dalle reti di Matteo Nasuti e Matteo Selvarolo. 4 – 0 il risultato e vantaggio di 12 punti in classifica conservato, la conquista del titolo sembra ormai una mera quisquilia tra i Desioparecidos e l’aritmetica.
Malgrado la differenza abissale rispetto alla prima in classifica le altre non rimangono certo a guardare, anzi stanno dando vita ad una lotta pugnace volta ad assicurarsi gli ultimi posti utili in chiave playoff provinciali. La questione è ristretta ad un terzetto di squadre, delle quali solamente due potranno giocarsi le finali dopo la regular season. La prima delle compagini in questione è l’SOS Refund, che superando 6 – 3 il Mambo Number Five ha staccato le rivali in classifica, guadagnando quel punto di vantaggio che per quanto esiguo gli consente di essere secondo.
Cosa che non può invece dire la Terra delle Tradizioni, uscita scornata dal big match di giornata, superata dal refund e per di più raggiunta al terzo posto dai Galacticos. Questi ultimi si sono voluti concedere una serata di puro divertimento e contro i Senza Nome, pur subendo qualcosina di troppo, sono andati a segno dieci volte: cinque con Fabrizio Giacoppo e quattro con Calogero Randazzo.
Vittoria importante nell’ultimo match anche per la Banca Generali Team, che sconfiggendo 7 – 4 i Goodfellas è salita a quota 10 punti, abbandonando il penultimo posto e insidiando la posizione dei rivali stessi, ora distanti un solo punto in classifica.

Classifica: Desioparecidos 36; SOS Refund; Galacticos 24, Terra delle Tradizioni 23; Goodfellas 11; Banca Generali Team 10; Azzurri 2004, Senza Nome 9; Mambo Number Five 5

Sportvillage, balzo playoff per gli Sharks!

Gli Sharks vedono i playoff. Nel big match di Sportvillage League, che contrapponeva la terza e la quarta forza del torneo, gli squali hanno centrato i tre punti, sconfitto gli Sballeros e compiuto il sorpasso in classifica. Una vittoria, quella degli Sharks, maturata con un punteggio risicato, 2 – 1, ma di fondamentale importanza in un momento in cui il calendario non sorride (la prossima settimana altro scontro diretto con l’Autofficina D’Uonno seconda). Decisive ai fini del risultato le due marcature messe a segno da Cosimo Spluga e Lucio Menga, niente da fare per gli Sballeros che a questo punto devono rincorrere sperando in un passo falso dei rivali. Gli Sharks saranno invece chiamati a dare tutto nel saliente decisivo del girone di ritorno, nel tentativo di difendere quel terzo posto che se confermato alla fine della regular season regalerebbe loro l’accesso alle finali provinciali.
Chi di tale obiettivo è invece già certo è l’Iceberg campione d’Italia, che sembra avere tutta l’intenzione di chiudere il torneo a punteggio pieno e ha centrato l’undicesima vittoria consecutiva. Numeri impressionanti per la capolista, che ha rifilato 10 reti all’Atletico Rondino (fermo a 4 nello score) ponendo altri tre mattoncini verso la certezza aritmetica del titolo, che andando avanti di questo passo potrebbe arrivare a brevissimo. Ancora una volta sugli scudi il nome di Diego Seruggia, che ha posto la sua firma personale per 6 volte sul tabellino dell’incontro.
Doppiette per Matteo Sergi e Stefano Seruggia. Per l’Atletico Rondino come da pronostico nessun passo avanti in questa giornata, ma se non altro rimane la consolazione di non aver perso terreno rispetto alle dirette concorrenti pur essendosi messo alle spalle il più duro di tutti i match.
Non vuole comunque arrendersi l’Autofficina D’Uonno, che ha infilato un altro successo strapazzando 8 – 1 la cenerentola del girone. Gli Imbruttiti sono stati surclassati dalla forza degli avversari, e trafitti con un poker da Marco Antripaldi (grande campionato per lui, 16 gol personali dietro all’inarrivabile coppia Seruggia), e con una doppietta da Alessandro Stabile e Fabrizio Trecci.
Attenzione a questo punto puntata sul big match della prossima giornata, quando gli Sharks, rinfrancati dal recente successo, si getteranno all’assalto dell’Autofficina tentando di avvicinare il secondo posto.
Nell'ultimo match disputato ha davvero del clamoroso la colossale imbarcata subita dal Sorgenia, letteralmente surclassato dall’UDM 71 che si è voluta regalare una serata di gloria. All’incontenibile Lorenzo Milani, autore di 6 reti, ha fatto comunque ottima compagnia sul tabellino Valentino Marino, autore di una quaterna. Di Simone Romano le ultime due reti, che hanno fissato lo score sul 12 – 1. Serata assolutamente da dimenticare per il Sorgenia, che con questo ko rischia di dire anticipatamente addio alla lotta per i playoff.

Classifica: Iceber 33; Autofficina D’Uonno 24; Sharks 20; Sballeros 19; Sorgenia 16; UDM 71 10; Atletico Rondino 9; Dream Team 6; Imbruttiti 4

martedì 17 febbraio 2015

Alte Groane: per l'Iceberg è iniziato il conto alla rovescia!!

L’Iceberg prosegue la sua navigazione a tutta dritta, e inizia a intravedere il primo traguardo. Nella decima giornata dell’Alte Groane League è arrivata un’altra vittoria, 6 – 0, contro la Pizzeria Corte Grande Lipomo. Grazie al contemporaneo stop dell’SOS Refund, bloccato sull’1 – 1 dalla ST Meccanica (a Parolo Lion ha risposto Andrea Arienti), i Campioni d’Italia hanno guadagnato altri due punti in classifica, portando ora a 8 lunghezze il loro vantaggio sulla seconda. Con solo 4 giornate ancora da giocare, è ufficialmente partito il countdown per il titolo: già la prossima settimana potrebbe arrivare l’aritmetica se l’Iceberg dovesse battere la ST Meccanica e l’SOS Refund non vincere contro la Real Brianza. Anche se così non fosse la festa, ormai certa, sarebbe solo rimandata di una settimana.
Questa giornata era tuttavia decisiva anche in chiave playoff, con l’AC Saldema che dopo un periodo nero andava ad affrontare l’SB Painting nel delicato scontro diretto che valeva il terzo posto. Per i campioni in carica tuttavia quella che doveva essere la gara della riscossa si è trasformata nell’ennesima debacle: la tripletta di Michele Mambretti non ha lasciato alcuno scampo al Saldema, che è stato staccato in classifica proprio dai rivali. Il terzo posto si trova ora a tre lunghezze di distanza, e al Saldema servirà una brusca inversione di tendenza nelle restanti quattro gare per evitare di essere escluso dagli spareggi provinciali.
L’ultimo match riguardava la coda della classifica, e ha visto la Real Brianza abbattere con una gragnuola di reti il 2 Zeta Impianti. 10 – 0 lo score, che consente alla Real di compiere il sorpasso in classifica lasciando al 2 Zeta l’ultimo posto in classifica.

Classifica: iceberg 30; SOS Refund 22; SB Painting 18; AC Saldema 15; Pizzeria Corte Grande Lipomo 12; ST Meccanica 8; Real Brianza 7; 2 Zeta Impianti 6.

sabato 14 febbraio 2015

Friday Sporting: tutto liscio per Iceberg e Dissidenti.

Tutto come da pronostico nella Friday Sporting League. La nona giornata del torneo di Desio, valevole come giorne di qualificazione per gli spareggi provinciali, ha mantenuto inviolate le distanze in vetta alla classifica. I Dissidenti, che da dicembre comandano con 3 punti di vantaggio sull'Iceberg in virtù della vittoria nello scontro diretto, hanno avuto ragione anche della Seleçao. 6 – 0 il tennistico scarto fra le due squadre, per un risultato finale che consente ai Dissidenti di mantenere il comando solitario mettendosi alle spalle un'altra giornate: ora ne mancano solo 5 alla conclusione del torneo.
Considerata l'affermazione dei rivali, all'Iceberg campione d'Italia servivano neccessariamente i 3 punti per mantenersi a portata di aggancio e soprattutto per impedire un allungo che, considerata la brevità del torneo, sarebbe con ogni probabilità risultato fatale per le speranze di rincorsa. La vittoria è puntualmente arrivata, 14 – 0 contro il Team Feree. Contrariamente a quanto lascerebbe pensare lo scarto, si trattava di un match molto delicato, che vedeva contrapposte la seconda e la terza forza del torneo. In realtà lo scarto fra le due squadre è apparso fin da subito abissale, e l'Iceberg ha fatto percepire appieno sul terreno di gioco i 12 punti di scarto che ora le distanziano dal terzo posto. Ancora una volta Diego Seruggia, glaciale sotto porta, ha fatto da direttore d'orchestra nell'affermazione della sua squadra, mettendo in buca ben 11 palloni. 51 le reti segnate solamente nel girone di Desio per lui in questa stagione.
Importante affermazione anche quella del Coma Etilico, che sconfiggendo 8 – 5 il Nacional Futsal Club si è portato al terzo posto in classifica, l'ultimo valido per accedere ai playoff provinciali. Decisiva ai fini del successo la tripletta di Alberto Masiero. Infine, per quanto riguarda la coda della classifica, è arrivata l'affermazione della Dinamo Park sulla FC Brianzola per 8 – 1. Da segnalare le due triplette di Giacomo Parafioriti e Simone Kaya. Per la Dinamo Park non poteva esserci modo migliore di preparare la sfida della prossima settimana contro l'Iceberg, che in caso di risultato positivo potrebbe di fatto regalare ai Dissidenti una grossa fetta di titolo con diverse giornate di anticipo.


Classifica: Dissidenti 27; Iceberg 24; Team Feree, Nacional Futsal Club, Coma Etilico 12; Dinamo Park 9; Seleçao, FC Brianzola 6

giovedì 12 febbraio 2015

Sporting League, per i Desioparecidos è già match point!

Desioparecidos sul velluto. La prima della classe non ha avuto alcuna difficoltà a sbarazzarsi dei Senza Nome, e si è messa in cascina altri tre punti nella dodicesima giornata della Sporting League. In quel di Desio la capolista ha ancora una volta fatto valere la legge del più forte imponendosi con disinvoltura per 11 – 3. Mai in partita i Senza Nome, che non hanno potuto far altro che assistere da spettatori inermi alle scorribande degli avversari. Matteo Selvarolo ha messo a segno un poker personale e seminato il panico fra le file avversarie, accompagnato da Alberto Fruggiero, Matteo Nasuti e Andrea Carlucci, autori di una doppietta ciascuno.
Se per i Desioparecidos la vittoria appariva annunciata, molto meno scontato era pronosticare un guadagno di due punti sulla seconda in classifica, evenienza che si è concretizzata grazie al clamoroso stop in cui è incappata la Terra delle Tradizioni, bloccata sul 4 – 4 dall'ultima in classifica. Il Mambo Number Five ha infatti fermato i rivali, che non erano certo in una delle loro serate migliori, con una gara di gran cuore e grazie ad un pizzico di fortuna. Per la Terra è uno stop ben più pesante di quanto dica il pareggio, visto che la vetta si è ulteriormente distanziata e appare irraggiungibile (-10). Ma non è finita qui: anche il secondo posto a questo punto torna in discussione, visto che le dirette concorrenti hanno tutte approfittato dell'occasione.
L'SOS Refund, reduce da un deludente pareggio contro i Goodfellas nell'ultimo turno, ha rialzato prontamente la testa spezzando la flebile resistenza degli Azzurri 2004. L'8 – 1 con cui si è chiusa la contesa consente ora all'SOS di guardare con maggior ambizione ad un posto nei prossimi playoff, perchè no proprio il secondo, distante ora appena due punti.
Sorrisi e velleità rinvigorite anche per i Galacticos, che hanno fatto il loro battendo 8 – 0 la Banca Generali Team. Da segnalare la prestazione maiuscola offerta da Calogero Randazzo, che con una tripletta ha sugellato il successo dei suoi, che si sono poi scatenati anche con Samuele D'Ambra (due volte), Mattia Corti, Emri Emini e Fabrizio Giacoppo.
E' ancora aperto il campionato dopo l'allungo in vetta? O i Desioparecidos possono già mettere in ghiaccio la champagne visto il distacco abissale? La risposta a questi quesiti potrebbe già arrivare nel prossimo turno, quando la capolista sfiderà la Terra delle Tradizioni seconda in classifica e cercherà di dare il colpo di grazia ad un campionato fin qui dominato in lungo e in largo. La Terra giocherà anche e soprattutto per difendere il secondo posto dagli assalti dell'SOS Refund e dei Galacticos, galvanizzati dai recenti successi e bramosi di guadagnare ulteriori piazzamenti nelle gerarchie della graduatoria.
Continuate a seguirci numerosi sul nostro sito, www.brianzatornei.it, dove potrete trovare risultati, tabellini, classifiche, marcatori, ogni genere di curiosità sull'universo Brianza Tornei e molto altro ancora!


Classifica: Desioparecidos 33; Terra delle Tradizioni 23; SOS Refund 21; Galacticos 20; Goodfellas 11; Azzurri 2004, Senza Nome 9; Banca Generali Team 7; Mambo Number Five 5

mercoledì 11 febbraio 2015

Iceberg spietati anche allo Sportvillage!

Iceberg senza problemi, come da pronostico. Nell’incontro valevole per l’undicesima giornata della Sportvillage League di Monza, i Campioni d’Italia si sono sbarazzati senza far troppi complimenti del Dream Team penultimo in classifica. La vittoria della capolista è stata totale e larghissima: 18 – 0 il punteggio finale di un match senza storia, che ha visto salire in cattedra Stefano (8 gol) e Diego Seruggia (5), che si confermano primo e secondo nella classifica marcatori del torneo.
Ben più difficile da pronosticare era l’esito del match tra gli Sballeros e il Sorgenia: in palio oltre ai tre punti anche la possibilità di salire al secondo posto compiendo un passo importante verso la qualificazione ai playoff. Alla fine a spuntarla sono stati gli Sballeros, che hanno vinto 2 – 4. Decisiva è stata la doppietta di Matteo di Stefano, grazie alla quale gli Sballeros hanno conquistato il successo e staccato i rivali in classifica.
Infine importante successo anche per gli Sharks, trascinati dal poker di Lucio Menga e dalla tripletta di Andrea Zanoni. Nulla da fare per il fanalino di coda, gli Imbruttiti, che si sono dovuti inchinare e sono usciti sconfitti (2 – 8). Con questo successo gli Sharks sono saliti al quarto posto solitario in classifica, più che mai vivi nella lotta per i playoff.

Classifica: Iceberg 30; Sballeros 19; Autofficina D’Uonno 18; Sharks 17; Sorgenia 16; Atletico Rondino 9; UDM 71 7; Dream Team 6; AS Imbruttiti 4.

martedì 10 febbraio 2015

Iceberg inarrestabile: piega anche il Saldema ed è sempre più primo!

L’Iceberg sembra ormai sicuro padrone dell’Alte Groane League. Dopo aver incominciato in maniera autoritaria il girone di ritorno, battendo l’SOS Refund secondo in classifica, anche nella nona giornata la banda Seruggia ha posto un pesantissimo punto esclamativo sulla propria leadership in quel di Lentate. A fare le spese dello strapotere della capolista questa volta è stato l’AC Saldema, campione uscente del torneo e attualmente al terzo posto in graduatoria. Una vittoria pesante dunque per l’Iceberg, resa ancor più perentoria dallo scarto nettissimo inflitto ad una delle principali candidate per l’accesso ai playoff provinciali. Il match si è concluso sul punteggio di 8 – 2, con un Diego Seruggia stranamente in ombra, autore di “solo” una rete. Man of the match di giornata si è quindi rivelato Giuseppe Mione, che con la sua tripletta ha scassinato una difesa che fin dalle prime battute di gioco ha scricchiolato eccessivamente.
L’AC Saldema sognava di mantenersi in scia del secondo posto ma vede dopo questo ko scappar via (+6) l’SOS Refund, vittorioso per 6 – 0 contro la Pizzeria Corte Grande Lipomo. Per i campioni in carica l’obiettivo diventa dunque centrare il terzo posto, l’ultimo a regalare un posto per i playoff che in primavera assegneranno il titolo di Campione di Monza e Brianza. Un’impresa che oltretutto non sarà delle più semplici, visto che nel frattempo l’SB Painting ha asfaltato 6 – 2 la Real Brianza compiendo l’aggancio in classifica. Ancora una partita superba da parte di Ugo Lapomarda, autore di un poker, autentico trascinatore e punto di riferimento per i suoi compagni.
Rimane minacciosa in zona anche la Pizzeria Corte Grande, che malgrado lo stop patito contro l’SOS Refund rimane ad appena tre punti di distanza.
Nell’ultimo match, importante per la coda della classifica, la ST Meccanica si è risollevata dopo il ko di una settimana fa e ha compiuto il controsorpasso ai danni del 2 Zeta Impianti, sconfiggendolo 4 – 6 nello scontro diretto. Decisive ai fini del successo si sono rivelate le prodezze di Luca Arienti (tripletta) e Matteo Galimberti (doppietta).
Appuntamento ora per la prossima giornata, che vedrà l’Iceberg sfidare la Pizzeria Corte Grande per consolidare il proprio margine di vantaggio. L’SOS Refund se la vedrà con la ST Meccanica, mentre l’AC Saldema sarà chiamato ad una prova convincente nel delicato match contro l’SB Painting: un altro tracollo potrebbe seriamente compromettere la qualificazione per i playoff provinciali.
Non dimenticate di consultare risultati, classifiche e news con cadenza giornaliera sul nostro sito, www.brianzatornei.it!

Classifica: Iceberg 27; SOS Refund 21; AC Saldema, SB Painting 15; Pizzeria Corte Grande Lipomo 12; ST Meccanica 7; 2 Zeta Impianti 6; Real Brianza 4.

sabato 7 febbraio 2015

Continua la volata dei Dissidenti!

I Dissidenti conservano il vantaggio. Dopo la cocente eliminazione ai rigori nelle semifinali della Coppa di Lega per mano dei rivali dell’Iceberg, la capolista della Friday Sporting League ha subito rialzato la testa, riaprendo il discorso campionato nello stesso modo con cui lo aveva interrotto: vincendo. Nella prima giornata del girone di ritorno, l’ottava totale, i Dissidenti hanno avuto vita facile contro il Coma Eitilico e come da pronostico hanno strappato i tre punti. Il successo è arrivato con una vera e propria goleada, che ha visto protagonista assoluto il magnifico tandem d’attacco dei Dissidenti. La premiata ditta del gol formata da Andrea Crestani (6 centri) e Matteo Di Biasi (5) non ha lasciato alcuno scampo alla difesa avversaria: 13 – 5 il punteggio conclusivo.
Anche l’Iceberg è riuscito a ripartire con una bella vittoria e ha reso indolore lo show inscenato dagli avversari, che sono così rimasti a 3 lunghezze di distanza. Se nel caso dei Dissidenti a fare da mattatore è stato un duo di attaccanti, per l’Iceberg si è invece trattato di un solo uomo, che risponde al nome di Diego Seruggia. Il capocannoniere del torneo (40 gol in 8 partite per lui) era in serata di grazia e ha infilzato l’estremo difensore avversario per ben 12 volte. A completare la festa dei campioni d’Italia in carica ci ha poi pensato Giuseppe Mione, infilando la rete del definitivo 13 – 1.
Se le prime due posizioni sembrano essere esclusivo appannaggio di Dissidenti e Iceberg, che hanno una marcia in più, ben più aperta appare la lotta per il terzo e ultimo posto disponibile per accedere ai playoff provinciali. In quest’ottica pesa tantissimo il brutto e inaspettato ko patito dal Nacional Futsal Club per mano del fanalino di coda, la Dinamo Park. La Dinamo, che già aveva stupito tutti in Coppa di Lega giungendo fino ai quarti, ha confermato la propria rinascita vincendo anche in campionato, 3 – 1.
Il Team Feree ha approfittato dello scivolone dei rivali per compiere l’aggancio in classifica a quota 12 punti. La vittoria per 9 – 3 ai danni della Seleçao (tripletta per Luca Carminati e doppietta per Mattia Ambrosi) ha ridato corpo alle speranze del Team Feree, che ora può godersi il terzo posto, anche se a parimerito col Nacional. La testa ora va al prossimo turno, quando ci sarà da superare l’ostacolo più ostico, vale a dire l’Iceberg.
Impegno sulla carta più agevole invece per la capolista, che cercherà di battere la Seleçao per mantenersi a punteggio pieno.

Classifica: Dissidenti 24; Iceberg 21; Team Feree, Nacional Futsal Club 12; Coma Etilico 9; Fc Brianzola, Seleçao, Dinamo Park 6.

venerdì 6 febbraio 2015

Sporting: i Desioparecidos continuano a spadroneggiare.

Anno nuovo, vecchie gerarchie. Si è aperto all’insegna della continuità il girone di ritorno della Sporting League di Desio, che si era fermata per le feste a fine Dicembre dopo aver eletto i Desioparecidos campioni d’inverno. Con la ripresa delle partite il trend non si è invertito: la capolista ha rifilato 4 reti al finalino di coda Mambo Number Five, portando a 30 il bottino di punti conquistati finora. Un ruolino di marcia impeccabile per i Desioparecidos, che dopo 10 gare guidano la classifica a punteggio pieno e con un vantaggio di 8 punti sulla seconda. Il match contro il Mambo è stato deciso dalle segnature di Andrea Carlucci (doppietta), Matteo Selvarolo e Mattia Barbera (4 – 0 il risultato).
L’undicesima giornata ha poi visto la Terra delle Tradizioni, seconda in classifica seppur largamente distanziata, guadagnare punti preziosi sulle inseguitrici. In chiave playoff vale tantissimo la roboante vittoria con cui sono stati asfaltati gli Azzurri 2004. 10 – 0 l’impietoso score che ha visto partecipare al banchetto del gol, fra gli altri, anche il capocannoniere Samuele Sardella (4 centri per lui in quest’occasione, 22 il bottino stagionale), Alessandro Zanella (tripletta) e Gaetano Sorbo (due gol). Con questa vittoria la Terra delle Tradizioni ha approfittato del turno di riposo dei Galacticos e del contemporaneo pareggio (3 – 3) con cui l’SOS Refund e i Goodfellas si sono fermati a vicenda. A questo punto le lunghezze di vantaggio sulla terza sono 4, con la qualificazione playoff che sembra avvicinarsi considerevolmente anche alla luce delle convincenti prestazioni offerte dalla Terra, che guarda avanti con grande ottimismo.
Nell’ultimo match di questa giornata, bella vittoria per I Senza Nome che hanno surclassato in campo e sorpassato in classifica la Banca Generali Team. I senza nome hanno deciso di fare le cose in maniera democratica: 2 reti per Raffaele Isella, 2 per Nicola Manduca, 2 per Paolo Butti e 2 per Edoardo Meroni. Alla fine il tabellino recita 11 – 2: un risultato che consente ai Senza Nome di salire al terzultimo posto, agganciando gli Azzurri 2004 e puntando i radar sui Goodfellas, solo due punti avanti. Per la Banca invece è una sorbola da dimenticare al più presto, anche se il prossimo impegno contro i Galacticos non sarà dei più agevoli.

Classifica: Desioparecidos 30; La terra delle tradizioni 22; SOS Refund 18; Galacticos 17; Goodfellas 11; Azzurri 2004, Senza Nome 9; Banca Generali Team 7; Mambo Number Five 4.

mercoledì 4 febbraio 2015

Anche a Monza ruggisce l'Iceberg!

Ancora un ruggito per l’Iceberg. I campioni d’Italia hanno ripreso alla grande anche in quel di Monza, dove nella Sportvillage League hanno mantenuto invariato il proprio vantaggio sulla seconda. La prima vittoria monzese del 2015 si è presto trasformata in una vera e propria mattanza, con l’UDM 71 che è stata letteralmente travolta dalla furia di Diego Seruggia (6 reti), stefano Seruggia (3) e Michael bavera (3). 14 – 2 l’impietoso punteggio finale, in una serata che per l’Iceberg è stata di esclusivo divertimento mentre per l’UDM andrà al più presto cancellata dalla memoria. Con questo successo i campioni d’Italia hanno mantenuto i loro 9 punti di vantaggio, un margine che sembra metterli almeno per il momento al riparo da repentini ritorni da parte delle inseguitrici.
Inseguitrici che, malgrado tutto, continuano a tenere botta e hanno replicato colpo su colpo. E’ il caso dell’Autofficina D’Uonno, che si è sbarazzata (1 – 5) del Dream Team e si è confermata un’autorevole candidata per un posto fra le migliori, quantomeno il secondo. Le reti sono state messe a segno da Marco Atripaldi e Gionata Rovida. Tre punti pesanti per l’Autofficina anche perché il Sorgenia osservava un turno di riposo, il che ha consentito di compiere l’agognato sorpasso.
Proseguono bene il loro cammino anche gli Sharks e gli Sballeros, che hanno sconfitto rispettivamente l’Atletico Rondino per 5 – 2 e gli Imbruttiti per 5 – 3. Meritevoli di menzione la tripletta di Raffaele Giannone per gli Sharks e le doppiette di Salvatore Casu e Ivan Sciamò per gli Sballeros. Grande rammarico per gli Imbruttiti, che sono ultimi con 4 punti ma hanno sfiorato a più riprese il colpaccio, salvo poi doversi arrendere uscendo però a testa altissima dal terreno di gioco.
In classifica marcatori comanda Diego Seruggia con 45 reti, al secondo posto c’è Marco Atripaldi con 12 centri, tallonato però da Stefano Seruggia e Raffaele Giannone, entrambi a quota 10.

Classifica: Iceberg 27; Autofficina D’Uonno 18; Sorgenia, Sballeros 16; Sharks 14; Atletico Rondino 9; UDM 71 7; Dream Team 6; AS Imbruttiti 4.

Si riparte a Lentate, colpo grosso dell'Iceberg!

L’anno nuovo è davvero partito nel segno dell’Iceberg. I Campioni d’Italia, dopo aver portato a casa la Coppa di Lega, hanno concesso il bis abbattendo l’SOS Refund nello scontro diretto dell’ottava giornata dell’Alte Groane League. La seconda classificata è stata sconfitta per 9 – 4 e ha visto così il suo distacco dalla vetta raddoppiare, da -3 a -6 punti. Per l’Iceberg ancora una volta decisivo il bomber principe, Diego Seruggia, autore di 5 reti (47 totali solo nel torneo di Lentate). Amara la doppietta di Luca Italiano, che malgrado la sua ottima prestazione non ha potuto nulla per evitare ai suoi la debacle. Si fa a questo punto davvero problematica la rincorsa dell’SOS Refund, che accusa un distacco non incolmabile ma sicuramente difficile da recuperare, tenendo anche conto del ritmo spaventoso inferto dall’Iceberg al torneo (8 vittorie in altrettanti match giocati).
La sconfitta dell’SOS ha, gioco forza, rinfrancato l’animo delle dirette concorrenti per i playoff. L’AC Saldema, campione in carica dell’Alte Groane League, vuole mettersi alle spalle un finale di 2014 davvero problematico e ha iniziato a farlo imponendosi 6 – 1 sul Real Brianza. Ancora sugli scudi la punta di diamante della squadra, Dario Alberio, che con tre reti ha messo ancora una volta in luce le sue migliori qualità. Con questo successo il Saldema torna a intravedere la seconda piazza, distante ora solo tre punti. Non poteva esserci miglior modo per prepararsi alla supersfida di settimana prossima, che vedrà i campioni uscenti sfidare i campioni d’italia. Con tre punti nel big match, per il Saldema potrebbero spalancarsi prospettive davvero molto interessanti.
Missione compiuta anche per l’SB Painting, quarta forza del torneo, che ha sconfitto con pieno merito la ST Meccanica, servendo fra l’altro anche un poker con un altro goleador di razza, Ugo Lapomarda. Questi tre punti consentono anche all’SB di tenere aperto un piccolo spiraglio per sperare ancora nei playoff.
Nell’ultima sfida, passo falso invece per la Pizzeria Corte Grande Lipomo, che ha perso 0 – 6 contro il 2Zeta Impianti e si è dunque fermato a quota 12 in classifica.

Classifica: Iceberg 24; SOS Refund 18; AC Saldema 15; SB Painting, Pizzeria Corte Grande Lipomo 12; 2Zeta Impianti 6; ST Meccanica, Real Brianza 4