giovedì 16 aprile 2015

Iceberg e Refund volano in finale: il paradiso è a un passo!!!

Semifinali da brividi! In una delle primavere più infuocate di sempre sono andate in scena presso lo Sporting Club di Desio le semifinali del campionato provinciale. Le due sfide vedevano contrapposti da una parte l'Iceberg campione d'Italia in carica e i Dissidenti, per un remake del tira e molla che ha tenuto tutti col fiato sospeso fino all'ultimo secondo in Friday Sporting League. Dall'altra parte del tabellone invece i Desioparecidos dominatori della Sporting League affrontavano l'SOS Refund partendo con tutti i favori del pronostico.
Nella prima delle due contese l'Iceberg ha costruito le proprie fortune con un primo tempo da grandissima squadra. Quando infatti è scattato l'intervallo i campioni in carica conducevano per 4 reti a 0, grazie alla momentanea tripletta di un favoloso Giuseppe Mione e alla rete messa a segno da Simone Bianchi. La più ostica di tutte le partite sembrava dunque archiviata in metà del tempo a disposizione per Diego Seruggia e compagni, che però nella seconda frazione di gioco hanno dovuto fare i conti con il cuore immenso e la grande personalità degli avversari: i Dissidenti proprio non ci stavano a farsi da parte senza aver imposto la rituale sofferenza agli avversari, e grazie all'inserimento del portiere di movimento hanno condotto un assalto all'arma bianca. Con grande determinazione i Dissidenti si sono portati quindi sul 4 – 3, ad un passo dai calci di rigore, accarezzando quella che sarebbe stata la più dolce delle vittorie. Sarebbe, perchè ancora Simone Bianchi ha nuovamente allungato per l'Iceberg segnando il gol forse più importante della stagione. Lo stesso Giuseppe Mione non era appagato dei tre gol segnati e ha deciso di concedersi il poker personale nel momento più drammatico dell'incontro, rimettendo tre reti fra la sua squadra e i Dissidenti, che non hanno potuto far altro che chiudere con grande onore segnando il gol del 6 – 4 a tempo scaduto. Ennesima finale dunque per l'Iceberg, che è sembrato a tratti vacillante ma è uscito vincitore anche da questa appassionante sfida, compiendo così la più crudele delle vendette contro la squadra che gli aveva strappato l'unico trofeo finora sfuggito ai campioni in carica.
A sfidare la corazzata Iceberg nella finalissima non saranno però i Desioparecidos bensì i ragazzi dell'SOS Refund. La più grande sorpresa di questi playoff è arrivata al termine di un'altra gara mozzafiato che ha visto i campioni della Sporting andare sopra di due gol nelle prime battute, incanalando la gara verso le prospettive più rosee. Il più grande merito dell'SOS Refund è però di averci creduto quando il de profundis sembrava inevitabile: a fine primo tempo lo score recitava Desioparecidos 2 – SOS 4, a coronamento di una rimonta sensazionale. Nella ripresa i Desioparecidos hanno veramente dato il tutto per tutto, riuscendo a segnare il gol del 3 – 4 e pregustando così la definitiva rimonta. A frantumare tutte le loro speranze sono arrivati i due gol con cui l'SOS ha allungato sul 6 – 3 chiudendo di fatto la partita. Inutile infatti la rete del 6 – 4 con cui i Desioparecidos hanno alleggerito il passivo senza però cambiare le sorti del match.
Ha pesato tantissimo per l'SOS la tripletta segnata da Domenico Furfari, che sommata alla doppietta di Alexander Bonito ha regalato il successo all'SOS.
Un finale amarissimo per i campioni di Desio, che senza alcun dubbio avevano tutte le carte in regola per vincere il titolo provinciale ma si sono dovuti inchinare ad un avversario autore di una regular season meno altisonante ma che ha saputo recitare il ruolo dell'attore protagonista in questi playoff.
Spetterà ai ragazzi del Refund ora dare, nella finalissima, la risposta definitiva al più grande dilemma: è davvero invincibile questo Iceberg? O è possibile affondare la corazzata campione di tutto?

Nessun commento:

Posta un commento