sabato 30 maggio 2015

Matzu, ecco le magnifiche otto!!

Tante conferme ma anche qualche sorpresa. E’ questo il verdetto degli ottavi di finale della Matzumoto Cup, che hanno sancito i nomi delle magnifiche otto per cui si spalancano le porte della fase finale gold. Le otto perdenti si dovranno accontentare di contendersi il trofeo silver.
Tre su quattro il bilancio per le vincitrici dei gironi. Il FC Serenità non ha avuto alcuna difficoltà a sbarazzarsi della Dinamo Park, che è stata surclassata per 8 – 1 con una prestazione autoritaria.
Anche per i Desioparecidos tutto facile, con la vittoria per 9 – 2 sul Team Feree che ha consentito ai campioni in carica della Sporting League di conquistare con pieno merito i quarti di finale gold. Per i Desioparecidos vincere un altro trofeo sarebbe il miglior antidoto per smaltire la delusione giunta dai playoff provinciali, conclusisi con una inattesa sconfitta in semifinale. La voglia di rivincita è grande.
Una splendida cinquina di Giacomo Banfi, eroe della serata, ha permesso poi alla Terra delle Tradizioni di sconfiggere 9 – 3 il Nacional, a cui non è bastata la doppietta di Luca Villa. Da segnalare anche la tripletta di Samuele Sardella, che ha impreziosito lo score.
E’ invece clamorosamente caduto il Real Padre Pio, che nel girone aveva battezzato tutte le avversarie ma si è dovuto inginocchiare nella partita che sembrava più semplice. A indossare per una sera i panni del carnefice è stato l’Enigma, che è giunto agli ottavi tramite ripescaggio e aveva perso tutte e quattro le gare fin qui disputate. Non è stato così questa volta: il match si è chiuso sul 4 – 5 e ha proiettato l’Enigma fra le migliori otto coronando la più inattesa delle sorprese.
Se Giacomo Banfi si è messo in mostra con una cinquina, Valentino Marino lo ha addirittura quasi doppiato segnando addirittura 9 reti nel match che ha visto la sua UDM 71 passeggiare sui resti del Sovico Beach, che malgrado i 5 gol messi a segno ha subito una vera e propria goleada.
La partita più in bilico l’ha invece portata a casa il Rastafari Team, che anche grazie al tris di Davide Furlanetto ha superato di misura il Saldema, osso sempre durissimo per chiunque lo affronta e ora senza dubbio fra le favorite per la vittoria finale nella fase silver. Passa però alla fase gol il Rastafari, che a questo punto non si vuole più fermare.
Fanno compagnia alle migliori squadre anche i Mezzosangue, che pur partendo sfavoriti dal pronostico sono stati capaci di vincere una partita non semplice contro l’M – Team: doppiette per Simone Trincanato e Michele Cotogno, 4 – 1 il netto punteggio che ha premiato i Mezzosangue.
Infine, vittoria per 4 – 2 per la Steaua che ha sconfitto il Composit ottenendo l’ultimo pass disponibile per i quarti gold (4 – 2 lo score).
Al termine di un turno dalle mille emozioni, ecco i nomi delle migliori otto: Serenità, UDM 71, Enigma, Rastafari Team, Terra delle Tradizioni, Mezzosangue, Desioparecidos, Steaua. Una di loro alzerà al cielo la coppa e disputerà la finale nazionale di Cesena.
Per le otto sconfitte rimane comunque la possibilità di mettere in bacheca un trofeo e scrivere il loro nome nell’albo d’oro vincendo la fase finale Silver.
Le emozioni sono appena cominciate.

venerdì 29 maggio 2015

Serenità per la NONA!

Sono le 23:32 quando il triplice fischio del direttore di gara sancisce il trionfo di F.C. Serenità nella prima edizione brianzola della Paddy Power Cup. 4-0 e Las Palmas UTD relegati al secondo posto. Scatta la festa a suon di birre, cori e goliardia. Il campo del centro sportivo Sport Village di Monza si trasforma in un teatro, una passerella che incornicia la vittoria di una squadra solida, compatta e ben organizzata.
LA PARTITA - Al momento del fischio d'inizio la tensione è palpabile. In palio, oltre alla gloria, c'è il pass per le finali nazionali del 27 giugno allo Stadio Dino Manuzzi di Cesena. Le squadre, però, si affrontano a viso aperto, alterando fasi di studio ad altre d'attacco. Durante i primi minuti nessuna delle due compagini sembra avere il dominio sull'altra e ciò si traduce in continui ribaltamenti di fronte, il tutto a beneficio del pubblico (numerosissimo) che osserva divertito. È il decimo minuto il punto di svolta della partita. Serenità recupera palla e si lancia all'attacco. Di Biasi è bravissimo a raccogliere l'invito di un suo compagno e a trafiggere i Las Palmas. È 1-0.
Il primo tempo si chiude con i ragazzi di Luca Checola che premono sull'acceleratore, e Serenità che resiste, anche grazie agli ottimi interventi del suo numero uno. Ma è nel secondo tempo che comincia lo show di Simone Gervasio, portiere dei Serenità. Las Palmas, capitanata e guidata dal suo numero 10, Plinio - che a fine gara sarà premiato come miglior giocatore del torneo - comincia ad assediare la trequarti dei ragazzi in verde. Il possesso palla è quasi estenuante, e persino gli spettatori stentano a tenere il conto delle conclusioni. Ecco allora che Gervasio sale in cattedra. Qualcuno da fuori si domanda se il ragazzo tra i pali sia stato punto da uno scorpione, oppure colto dal fuoco sacro. Mani, piedi, stinchi e persino testa: ogni parte del corpo è buona per respingere il disperato tentativo dei Las Palmas. E dove non arriva il portierone, ci pensano i pali. Saranno cinque, alla fine, i legni colpiti dagli sconfitti.


Mancano 10 minuti al termine. Las Palmas attacca, Serenità difende. E difende bene, perché i ragazzi vestiti di bianco, complice anche la stanchezza, faticano a far breccia nelle maglie difensive degli avversari. A cinque dal termine scatta la mossa della disperazione: portiere di movimento. Il tutto per tutto. Ma nemmeno la superiorità numerica (dei giocatori di movimento) consente ai Las Palmas di pareggiare. Anzi, è proprio la mancanza di un portiere fisso a condannare gli uomini di Checola arrotondando il risultato su un 4-0 che certamente li penalizza in modo eccessivo. Gramegna ne fa due, intervallato da Gervasio - si, Gervasio, il portiere! - che sigla il momentaneo 3-0 direttamente da rinvio.
FINALE - Qualche secondo dopo il quarto gol di Serenità l'arbitro sentenzia la fine. È l'inizio della festa. Ai Las Palmas va il merito di non aver mai mollato, a Serenità quello di aver saputo resistere e colpire al momento giusto. A Gervasio (ovviamente premiato miglior portiere della competizione) intitoleranno un statua a mezzo busto all'interno del centro sportivo. Non è un caso che le grandi squadre si costruiscano, innanzitutto, dal portiere.

sabato 23 maggio 2015

Paddy, ecco le finaliste! Matzu, da ora in poi vietato sbagliare!

Tempo di semifinali per la Paddy Power Cup, che dopo la fase a gruppi è finalmente entrata nel vivo.
Il penultimo atto del torneo ha visto non due match ma quattro, questo perché conclusa la prima fase la Paddy si è spezzata in due tronconi: prime e seconde a giocarsi le semifinali Champions, e terze e quarte a disputare le semifinali Uefa.
In Champions la legge del più forte è prevalsa senza lasciar spazio ad alcun appello. Il Shaorghlan Sbiagio è stato letteralmente travolto dal Serenità, uscendo dal campo duramente sconfitto: 14-2. La Sandonatese è invece rimasta sepolta sotto una gragnuola di reti, venendo surclassata per 2-8 dal Las Palmas. Saranno dunque le prime due classificate dei rispettivi gironi a disputare la finale gold, che oltre al trofeo mette in palio un posto per la finale nazionale.
Le semifinali Uefa invece hanno premiato parzialmente gli underdog. I Mai Sobri, che avevano chiuso all’ultimo posto il girone A con un solo punto ed erano stati ripescati come quarta, sono riusciti a sconfiggere il fortissimo Iceberg campione d’Italia e di Monza e Brianza. 5-3 lo score conclusivo, con Diego Seruggia e soci che alla fine si sono dovuti inchinare lasciando spazio ai Mai Sobri, autori di un’impresa con ben pochi precedenti negli ultimi anni. Nell’ultima semifinale, gli Sballeros hanno inflitto 3 reti di passivo ai Modys (3-0).
Saranno dunque due squadre del girone A a sfidarsi per la finale Uefa, per un totale di tre finaliste su quattro posti disponibili. Niente male come bottino.
Se la Paddy ormai volge al termine, la Matzumoto Cup è appena giunta al giro di boa. La fase iniziale, che vedeva le formazioni iscritte suddivise in gironi da 5 squadre ciascuno. A superare il turno sono le prime 4 di ogni raggruppamento, che ora si sfideranno negli ottavi di finale, prime contro quarte e seconde contro terze. Le otto vincenti disputeranno la fase finale Gold, mentre le otto perdenti si contenderanno il trofeo Silver.
Il gruppo A è stato vinto in maniera netta dalla Terra delle Tradizioni (12 punti all’attivo), che disputerà dunque il turno a eliminazione diretta da una posizione più che vantaggiosa. Secondo posto per il Rastafari Team (7 punti), a parimerito con l’UDM 71 che invece si classifica terza. Sospiro di sollievo per il Team Feree, che ha chiuso con 3 punti strappando l’ultimo biglietto utile per disputare gli ottavi, dove però partendo dal quarto posto ci sarà da sudare non poco. Niente da fare per Zemanlandia, che termina con 0 punti e saluta anticipatamente la Matzu.
Nel gruppo B i Desioparecidos hanno eguagliato il numero di punti della Terra (12), vincendo il loro raggruppamento. Il Saldema, avversario sempre ostico da incontrare, ha chiuso con un ottimo secondo posto e 9 punti conquistati, seguito dal Sovico Beach con 6 e dal Nacional con 3. Queste quattro si qualificano per la fase successiva, mentre viene eliminato il Real Monza, fermo al palo con 0 punti.
Il girone C si è rivelato molto più equilibrato degli altri due nella lotta al vertice, con due squadre che hanno chiuso appaiate a 10 punti: sono il Serenità (alla fine primo) e l’M-Team. Terzo posto e 6 punti all’attivo per il Composit, FN Longobarda quarta con 3 lunghezze. Anche qui ultima una squadra con 0 punti, l’Enigma.
Chiude il gruppo D con il Real Padre Pio che ha battezzato a suon di gol le avversarie chiudendo a 12 punti. Seconda la Steaua con 7, terzi i Mezzosangue con 6 e quarti i ragazzi della Dinamo Park, che pur avendo conquistato solo 2 punti hanno sopravanzato di una lunghezza il Tenta Team, che si è fermato a 1 e si è dovuto arrendere all’eliminazione.
Ora spazio agli ottavi di finale, fase molto delicata perché chi perde dovrà salutare la gold cup e accontentarsi della silver cup. Dunque, sbagliare è vietato!

lunedì 18 maggio 2015

Lentate by night: una notte intera di calcetto vi aspetta!!!

Con Brianza Tornei il calcetto fa le ore piccole. Un altro evento imperdibile va a sommarsi alla già ricca offerta estiva del 2015, andando a soddisfare tutti gli appassionati che rivendicano il fascino delle gare in notturna. In quel di Lentate infatti, nella notte fra il 27 e il 28 Giugno verrà disputato il Lentate by night: un torneo di calcio a 5 interamente in notturna, che prenderà il via alle 19:00 del 27 per concludersi alle 7:00 del mattino del 28. 12 ore ininterrotte di calcio e spettacolo sotto la luce dei riflettori del Centro Sportivo Alte Groane (via Manzoni, 40), che con estremo successo ha già ospitato per due anni consecutivi l’Alte Groane League, girone valevole per il campionato provinciale.
Strutture accoglienti, professionalità dello staff, alta competitività, fair play, divertimento assicurato: sono questi gli ingredienti che ormai da anni contraddistinguono gli eventi targati Brianza Tornei e che faranno da contorno anche per il Lentate by night.
La formula del torneo prevede una iniziale fase a gironi (ulteriori comunicazioni saranno rilasciate dopo la chiusura delle iscrizioni) seguita dalla fase ad eliminazione diretta. Ad ogni squadra in ogni caso è garantito un minimo di 3 partite da 20 minuti ciascuna, tempo unico. Non sono posti vincoli di categoria di nessun tipo per gli atleti iscritti, mentre il numero massimo di squadre ammissibili è 24.
In palio, oltre alla gloria e al trofeo, ci sarà il diritto per i vincitori di partecipare alla Finale Nazionale del Circuito 24h in programma a Cesena il prossimo 5 Settembre. In questa circostanza si sfideranno le migliori squadre provenienti da tutta Italia per contendersi il titolo di Campione nazionale!! La formazione vincitrice del Lentate by night godrà anche di 7 pernotti pagati per il sabato sera.
La finalista sconfitta riceverà comunque un trofeo per attestare il risultato conseguito, così come saranno premiati il capocannoniere, il miglior giocatore e il miglior portiere.
Il costo d’iscrizione al Lentate by night è di 125 Euro a squadra, quota comprensiva di tutto. Sul sito www.brianzatornei.it è possibile trovare il modulo d’iscrizione, che va compilato e inviato a info@brianzatornei.it. Verranno quindi fornite tutte le istruzioni per procedere al versamento della quota di iscrizione e i moduli da presentare il giorno stesso del torneo.
Iscrivetevi numerosi, correte al Lentate by night e ricordatevi di avvisare a casa di non aspettarvi per la sera del 27… Per i più bravi la notte sarà molto lunga e il mattino, oltre ad avere l’oro in bocca, si porterà in dote il trofeo!!

sabato 16 maggio 2015

Paddy e Matzu, l'avventura prosegue!

Proseguono a ritmo serrato gli eventi primaverili promossi da Brianza Tornei. La Paddy Power Cup, in corso di svolgimento presso lo Sportvillage di Monza, ha mandato in archivio la prima fase a gironi. Le due vincenti dei rispettivi gironi A e B sono state il Las Palmas United e il Fc Serenità, totalizzando entrambe 10 punti. A far compagnia a queste due formazioni nella fase finale “Champions del torneo” si sono poi aggiunte il Shaorghlan Sbiagio, secondo classificato del girone A con 8 punti, e la Sandonatese che ha conquistato il secondo gradino del podio del gruppo B con 9 punti, uno solo in meno della capolista.
Le magnifiche quattro si sfideranno ora nelle semifinali, il Las Palmas contro la Sandonatese e il Fc Serenità contro il Shaorghlan Sbiagio. Solo le migliori due potranno dar vita alla finalissima che metterà in palio il trofeo, una muta di maglie Paddy Power e la partecipazione al torneo nazionale che si disputerà a Cesena nello stadio Dino Manuzzi il prossimo 20 giugno.
Le terze e le quarte classificate, rispettivamente Dream Team (6 punti) e Sballeros (2 punti) per il girone A e Iceberg (7 punti) e Ac Modys (3 punti) per il girone B, daranno invece vita alla fase finale Uefa, con tanto di semifinali e finalissima. In palio per il vincitore il trofeo ma anche un succulento cesto gastronomico abbinato ad una sontuosa scorta di birra.
Spicca fra tutti i risultati quello che ha relegato l’Iceberg al terzo posto nel girone B. La compagine Campione d’Italia in carica e per la seconda volta consecutiva campione provinciale è riuscita a vincere solamente due incontri sui quattro disputati, perdendone uno e pareggiandone un altro. Tutto ciò a dimostrazione di quanto sia alto il livello di competitività del torneo e di quanto prestigioso sia il risultato conseguito dalle quattro semifinaliste “Champions”.
Nella Matzumoto Cup manca invece ancora una giornata alla conclusione dei quattro gironi: anche in questo caso il torneo si spezzerà in due, ma solo dopo gli ottavi di finale. Le otto vincenti si sfideranno nella fase gold e le otto perdenti in quella silver. E’ già certa del primato la Terra delle Tradizioni, che ha chiuso il girone A a punteggio pieno con 12 punti: l’ultima giornata servirà a definire secondo e terzo posto, con Rastafari Team e UDM 71 appaiate a quota 4 e il Team Feree che insegue a 3. Ridotte al lumicino le possibilità per Zemanlandia, ferma a 0 punti. Anche per i Desioparecidos, grandi protagonisti della Sporting League, il primato sembra solo una formalità: a una gara dal termine sono 3 i punti di vantaggio sulla coppia AC Saldema – Sovico Beach. Manca invece ancora l'aritmetica per il Nacional, che deve difendere i suoi tre punti di vantaggio sul Real Monza per riuscire a qualificarsi.
Nel girone C situazione più ingarbugliata: Serenità e M – Team sono appaiate a quota 7 punti e già certe di partecipare agli ottavi, ma resta da definire chi vincerà il girone. Il Composit è terzo a 6 e attende il risultato della Longobarda per capire la sua posizione finale, ferma restando la certezza di giocarsi gli ottavi. Longobarda che ambisce al terzo posto ma deve anche guardarsi le spalle dal ritorno dell’Enigma, fermo a 0 punti ma potenzialmente in grado di compiere l’aggancio al fotofinish. Non sono ammessi passi falsi.
Chiude il girone D, con il Real Padre Pio che ha messo in ginocchio tutte le avversarie (12 punti su 12 conquistati) e si godrà ora un meritatissimo turno di riposo. La Steaua deve difendere il suo secondo posto dalle velleità di rimonta dei Mezzosangue, la cui rimonta (-3 a un turno dal termine) sembra comunque disperata. Resta invece aperto ogni discorso in chiave ottavi per Tenta Team e Dinamo Park, che con 1 punticino a testa si giocheranno il tutto per tutto per tentare di allungare al fotofinish la loro avventura nella Matzu.

domenica 10 maggio 2015

Paddy e Matzu, gironi quasi alla conclusione: arrivano i primi verdetti!

La Paddy Power Cup si appresta a concludere la fase a gironi. Nel torneo in corso di svolgimento presso lo Sportvillage di Monza, i due raggruppamenti da cinque squadre ciascuno sono in attesa dell’ultima giornata, che decreterà quali squadre potranno prendere parte alla fase finale gold (le prime due di ogni gruppo) e quali invece disputeranno la fase finale silver (terze e quarte classificate).
Nel gruppo A, considerando anche che il numero di partite giocate non è lo stesso per tutte le squadre, la contesa sembra ancora lungi dall’essere risolta. Lo Shaorghlan Sbiagio guida in vetta con 8 punti, seguito dal Las Palmas United a quota 4 e dal Dream Team a 3. Entrambe queste due formazioni però hanno disputato solamente due partite, mentre il Sbagio è a 4 e ha giocato tutti i suoi incontri. Chiudono a due e un punto con tre gare fatte gli Sballeros e i Mai Sobri. Decisivi saranno i recuperi che sgombreranno il campo da tutti i residui interrogativi.
Nel girone B invece si è creata una fossa delle Marianne fra le prime 3 e le altre due. La Sandonatese guida il gruppo a punteggio pieno con 9 punti conquistati in 3 gare conquistate. Una vittoria anche nell’ultima giornata darebbe la matematica certezza del primo posto. A quota 7 si trovano invece l’Iceberg e il FC Serenità. I Campioni d’Italia in carica tuttavia hanno già giocato la loro quarta partita e per accedere alla fase finale gold dovranno sperare che il Serenità esca sconfitto dalla sfida contro la Sandonatese. Per il Serenità si tratta di una sfida da tutto o niente visto che in caso di vittoria oltre alla qualificazione arriverebbe anche il primo posto, ma in caso di sconfitta ci sarebbe la retrocessione nella fase silver. Un pareggio invece accontenterebbe probabilmente tutte e due le squadre.
Work in progress anche per quanto concerne la Matzumoto Cup, che prevede lo stesso format della Paddy ma con due gironi in più. Passano agli ottavi le prime quattro di ogni girone, per poi dividere il torneo in due tronconi: le vincitrici degli ottavi disputeranno la fase gold, mentre le perdenti la fase silver. E’ dunque fondamentale non solo qualificarsi ma anche farlo ottenendo un buon piazzamento nel proprio girone, utile per evitare incroci pericolosi nel turno che spaccherà letteralmente in due il tabellone del torneo.
Nel girone A sembra ormai certa del primo posto la Terra delle Tradizioni, che pur avendo una partita in meno delle inseguitrici comanda con 9 punti: un pareggio potrebbe bastare per garantirsi il primato. A seguire, con due gare giocate, UDM 71, Team Feree e Rastafari Team. Sembra invece compromessa la situazione per Zemanlandia, ultima con 0 punti e con una gara in più. Nel girone B le gerarchie appaiono molto ben definite: Desioparecidos primi come da pronostico (9 punti) seguiti da Sovico Beach e Saldema con 6 e 3 punti ed una gara in meno. Chiudono a 0 Real Monza e Nacional.
Nel gruppo C M – Team in testa con 7 punti, a seguire Serenità con 4, Composit con 3, Longobarda con 3 ed Enigma con 0. Anche qui sarà molto interessante seguire le ultime partite per capire chi riuscirà ad ottenere i piazzamenti migliori in vista degli ottavi.
Si chiude quindi col gruppo D, che vede il Real Padre Pio saldamente al comando con 9 punti conquistati, quindi la Steaua a 6. Queste due si giocheranno le prime due posizioni del raggruppamento. Più staccate le altre: Dinamo Park e Tenta Team a 1 e Mezzosangue a 0. Di queste ultime tre solamente due potranno accedere alla fase successiva, mentre chi arriverà ultimo dovrà salutare anzitempo il torneo e abbandonare i sogni di gloria.

martedì 5 maggio 2015

Brianza Cup - Brianza Beach Cup: spettacolo assicurato!!!

Appuntamento da segnare con la matita rossa in agenda per tutti gli aficionados del calcetto e del beach volley. Il prossimo 2 giugno infatti, sotto l’egida di Brianza Tornei, sono in arrivo la Brianza Cup e la Brianza Beach Cup. Per tutti gli sportivi della Brianza un’occasione imperdibile per praticare 12 ore non stop di puro divertimento all’insegna dello sport che più si ama, nell’accogliente atmosfera dello Sporting Club di Desio (via Carlo Cattaneo).

La Brianza Cup di calcio a 5 è aperta ad un numero massimo di 20 squadre, ciascuna delle quali potrà tesserare non oltre 12 giocatori. Non è imposto alcun vincolo di categoria. Il format del torneo sarà comunicato non appena le iscrizioni saranno ultimate, ferma restando la garanzia per ogni squadra di giocare un minimo di 3 partite da 20 minuti ciascuna.


Come sempre i premi sono ricchi e succulenti: la vincitrice avrà in dote il trofeo della vittoria, ma non solo! I campioni guadagneranno anche il diritto di partecipare alla Finale Nazionale del Circuito 24h in programma il prossimo 5 Settembre a Cesenatico, con 5 pernotti pagati per il sabato sera. In riviera romagnola si sfideranno le migliori formazioni provenienti da tutta la penisola, e chi la spunterà si guadagnerà il titolo di Campione d’Italia!! Anche per la finalista sconfitta della Brianza Cup comunque ci sarà un trofeo per consacrare il percorso svolto. 

Spostandoci sul beach volley, la Brianza Beach Cup, il cui inizio è previsto per le ore 10:00 con finale intorno alle 20:00, prevede un’iniziale fase a gironi con seguente prosieguo ad eliminazione diretta. I gironi saranno composti da quattro squadre, ognuna delle quali sfiderà una volta tutte le avversarie. Le prime due di ogni raggruppamento si qualificano per la fase finale che prevede quarti, semifinali e infine la finalissima.

I vincitori dell'edizione 2014
F.C. Serenità 
La squadra vincente otterrà il pass per la finale nazionale (Torneo Notturno di beach volley 4vs4 misto) del circuito TBV che si terrà a fine luglio a Beachland (Brescia), nonché una sontuosa scorta di birra: 10 bottiglie. In ogni caso nemmeno la seconda resterà a mani vuote: infatti riceverà in premio 4 bottiglie di birra.

La formula mista, adottata per questo torneo, impone a tutte le squadre partecipanti la presenza di almeno un rappresentante di entrambe i sessi in ogni momento di gioco. Con l’intento di rendere il gioco quanto più scorrevole possibile, ogni mossa atta a gettare la palla nel campo avversario è consentita, eccezion fatta per trattenute particolarmente evidenti o palesi invasioni di campo. La partita si compone di 1 set al 21 secchi (con i vantaggi). L’ assegnazione dei punti viene insindacabilmente decisa dal direttore di gara. Il campo rispetta le dimensioni canoniche di tutti i terreni di gioco per il beach volley 4 vs 4.

I vincitori dell'edizione 2014

Per chiunque desidera iscriversi ad uno dei tornei, il modulo d’iscrizione è reperibile sul sito www.brianzatornei.it, da cui si deve scaricare e inviare via mail all’indirizzo info@brianzatornei.it. Seguiranno alla mail le istruzioni su come versare la quota d’iscrizione e come preparare i moduli da consegnare il giorno del torneo. Il costo dell’iscrizione è di 125,00 Euro per la Brianza Cup e di 40,00 Euro per la Brianza Beach Cup, quote comprensive di tutto.

Non resta che augurarvi buon divertimento e... Enjoy the game!!!

domenica 3 maggio 2015

12h Desio, storie di ordinario divertimento

Un timido solo splende nel cielo quando 26 squadre cominciano la loro scalata verso la gloria. Ai blocchi di partenza sono allineate le compagini partecipanti alla dodici ore dei lavoratori e delle lavoratrici, giunta ornai alla sua sesta edizione. La novità, quest'anno, consiste nella suddivisione della categoria uomini in amatori e pro.

Nonostante la fase a gironi non preveda eliminazioni, i match si mostrano subito tanto accesi quanto spettacolari, con le squadre che rifuggono l'intenzione di dosare le forze in vista della lunga maratona calcistica e, al contrario, partono subito con il piede premuto sull'acceleratore.

Sono le 14 quando il campo da i primi verdetti: si configura così il tabellone della fase ad eliminazione diretta. Intanto il tempo si fa inclemente, aggiungendo un ulteriore livello di difficoltà al torneo: la pioggia non accenna a smettere mentre sui tre rettangoli verdi si decretano le tre finali: nella categoria donne Le Schifose Maledette si aggiudicano il pass per le finali 24H di settembre superando con un secco 8-0 le Aspiciula.
Le schifose maledette vincitrici
del torneo femminile


Nella categoria amatori i plsport.it superano i Bookmakers per tre reti a zero e, poco dopo, i Tubo Rosso si impongono con lo stesso risultato sui Platypus, aggiudicandosi anch'essi il pass per le finali nazionali. 
Tubo Rosso vincitori categoria PRO

plsport.it vincitori categoria AMA


A fine giornata Tommaso Samiolo, vicepresidente Brianzatornei si dice totalmente soddisfatto dalla perfetta riuscita dell'evento: "è stata senza dubbio una grande giornata di calcio e divertimento, con le squadre che, pur non risparmiandosi, hanno dimostrato grande correttezza e FairPlay. L'appuntamento è per tutti alla 12 ore del 2giugno."