sabato 30 maggio 2015

Matzu, ecco le magnifiche otto!!

Tante conferme ma anche qualche sorpresa. E’ questo il verdetto degli ottavi di finale della Matzumoto Cup, che hanno sancito i nomi delle magnifiche otto per cui si spalancano le porte della fase finale gold. Le otto perdenti si dovranno accontentare di contendersi il trofeo silver.
Tre su quattro il bilancio per le vincitrici dei gironi. Il FC Serenità non ha avuto alcuna difficoltà a sbarazzarsi della Dinamo Park, che è stata surclassata per 8 – 1 con una prestazione autoritaria.
Anche per i Desioparecidos tutto facile, con la vittoria per 9 – 2 sul Team Feree che ha consentito ai campioni in carica della Sporting League di conquistare con pieno merito i quarti di finale gold. Per i Desioparecidos vincere un altro trofeo sarebbe il miglior antidoto per smaltire la delusione giunta dai playoff provinciali, conclusisi con una inattesa sconfitta in semifinale. La voglia di rivincita è grande.
Una splendida cinquina di Giacomo Banfi, eroe della serata, ha permesso poi alla Terra delle Tradizioni di sconfiggere 9 – 3 il Nacional, a cui non è bastata la doppietta di Luca Villa. Da segnalare anche la tripletta di Samuele Sardella, che ha impreziosito lo score.
E’ invece clamorosamente caduto il Real Padre Pio, che nel girone aveva battezzato tutte le avversarie ma si è dovuto inginocchiare nella partita che sembrava più semplice. A indossare per una sera i panni del carnefice è stato l’Enigma, che è giunto agli ottavi tramite ripescaggio e aveva perso tutte e quattro le gare fin qui disputate. Non è stato così questa volta: il match si è chiuso sul 4 – 5 e ha proiettato l’Enigma fra le migliori otto coronando la più inattesa delle sorprese.
Se Giacomo Banfi si è messo in mostra con una cinquina, Valentino Marino lo ha addirittura quasi doppiato segnando addirittura 9 reti nel match che ha visto la sua UDM 71 passeggiare sui resti del Sovico Beach, che malgrado i 5 gol messi a segno ha subito una vera e propria goleada.
La partita più in bilico l’ha invece portata a casa il Rastafari Team, che anche grazie al tris di Davide Furlanetto ha superato di misura il Saldema, osso sempre durissimo per chiunque lo affronta e ora senza dubbio fra le favorite per la vittoria finale nella fase silver. Passa però alla fase gol il Rastafari, che a questo punto non si vuole più fermare.
Fanno compagnia alle migliori squadre anche i Mezzosangue, che pur partendo sfavoriti dal pronostico sono stati capaci di vincere una partita non semplice contro l’M – Team: doppiette per Simone Trincanato e Michele Cotogno, 4 – 1 il netto punteggio che ha premiato i Mezzosangue.
Infine, vittoria per 4 – 2 per la Steaua che ha sconfitto il Composit ottenendo l’ultimo pass disponibile per i quarti gold (4 – 2 lo score).
Al termine di un turno dalle mille emozioni, ecco i nomi delle migliori otto: Serenità, UDM 71, Enigma, Rastafari Team, Terra delle Tradizioni, Mezzosangue, Desioparecidos, Steaua. Una di loro alzerà al cielo la coppa e disputerà la finale nazionale di Cesena.
Per le otto sconfitte rimane comunque la possibilità di mettere in bacheca un trofeo e scrivere il loro nome nell’albo d’oro vincendo la fase finale Silver.
Le emozioni sono appena cominciate.

Nessun commento:

Posta un commento