martedì 18 agosto 2015

5 settembre, che la festa abbia inizio!

Manca ormai meno di un mese all’evento più atteso nel mondo del calcio amatoriali: le finali nazionali di Cesenatico targate 24H. Chi non le ha mai vissute, non può nemmeno immaginare che cosa siano. Definirle un torneo, una dodici ore o un evento sportivo è assolutamente riduttivo, e purtroppo il vocabolario italiano difetta di un termine appropriato. E allora chi scrive (che le ha vissute sia da giocatore che da staff) deve accontentarsi di rubare qualche parola qua e la dal vecchio Zanichelli che ha in casa per provare quantomeno ad avvicinarsi al concetto che cerca di esprimere.

Per esempio, un primo termine vagamente appropriato potrebbe essere “festa”. Perché una giornata come quella – che quest’anno cade il 5 settembre – è veramente una festa, un mega party in stile matrimonio, nel quale il calcio è una delle tante componenti. Per tutte le squadre che partecipano, essere lì, su quel manto di erba sintetica è anzitutto il coronamento di una stagione estiva o invernale finita con un primo posto. E la differenza sta proprio lì: in quella giornata non solo si gioca per vincere un premio, ma si gioca innanzitutto il premio già vinto.

E così, tra uno Spritz ed una piadina squadre provenienti da tutta Italia si affrontano agonisticamente ma con rispetto, da galantuomini ma senza esclusione di colpi. Il tutto senza contare che un mare limpido e tiepido si sdraia poco lontano dal campo, accarezzando la costa e consentendo a tutti i partecipanti ed ai loro fidati accompagnatori di godersi, durante l’intero weekend,  di godersi dei graditissimi scampoli di un’estate che sembra aspettare soltanto di sapere chi verrà proclamato campione nazionale per poi riprendere la marcia verso l’emisfero sud.

E non per niente, sin dal primo torneo che ha organizzato, Brianzatornei collabora con 24H, prevedendo come premio per molti dei suoi campionati/tornei proprio il pass per le finali in questione. Ed infatti, anche quest’anno, saranno innumerevoli le squadre che rappresenteranno la prima associazione in Brianza per numero di tesserati.

Iceberg (vincitori della BT Lesmo Cup), Real Padre Pio (Sporting Cup), Puntopizza (Lentate by Night), Serenità (Matzumoto), Drink Team (Brianza Cup) e Tubo Rosso (12 ore dei Lavoratori) scalpitano già ai blocchi di partenza del calcio a 5, mentre I Colchoneros, vincitori della ventesima edizione del Trofeo Agorà Cafè, Memorial Gigi Sirtori, non vedono l’ora di cimentarsi con le compagini di calcio a 7 di tutto lo stivale.

Mario Trezzi, presidente del circuito 24H, raggiunto telefonicamente afferma: “ogni anno cerchiamo di dare il massimo nell’organizzazione di questo meraviglioso evento. Vedere le facce soddisfatte di tutti i ragazzi a fine giornata è la nostra ricompensa. Occhi stanchi, sfiniti ma decisamente felici. La nostra più grande vittoria sta nel fatto che la famiglia 24H si allarga ogni anno di più, e gli organizzatori che cominciano a collaborare con noi non se ne pentono. Sapere che ci sono squadre che percorrono quasi mille chilometri in un weekend pur di non perdersi le nostre finali ci rende orgogliosi di quanto abbiamo fatto e stiamo facendo, sempre però con la consapevolezza che i margini di miglioramento siano ancora grandi.”
Alla domanda “e gli organizzatori come festeggiano la riuscita dell’evento una volta consegnate tutte le coppe?” Trezzi risponde, sorridendo: “incominciando ad organizzare quelle del prossimo anno”.


E a noi di Brianzatornei altro non resta se non l’augurare a tutte le nostre squadre di passare un weekend di festa – si, festa, perché effettivamente mi sono convinto che proprio questo sia il termine che più rende onore a questo torneo – indimenticabile, cercando di tenere alto il nostro nome. E contemporaneamente facciamo un grosso in bocca al lupo a tutti i ragazzi della staff di 24H, che ormai da un anno stanno lavorando per regalare a tutte le squadre partecipanti la solita, meravigliosa giornata di festa.
Risultati e classifiche disponibili nei siti www.torneicalcetto.it e www.torneicalcioa7.it

Nessun commento:

Posta un commento