sabato 28 novembre 2015

Atletico Brianceiro, che cuore! FC Serenità e Galacticos: ok.




DESIO – Il calcio è uno sport meraviglioso. Ma chi non lo vive, non lo gioca, non lo organizza, non lo arbitro, insomma, chi non ha nulla a che fare, non può capirlo. “Che gusto c’è nel vedere undici (o cinque, o sette, dipende dai casi) persone che inseguono un pallone?”, questa la domanda tipo di molte fidanzate o mogli, evidentemente digiune di calcio. E invece il gusto sta proprio li! Nel vedere gli sforzi, la fatica, il sudore di due gruppi di ragazzi vestiti  con casacche multicolore che danno tutto ciò che hanno per vincere un contrasto, recuperare un pallone o segnare una rete. E ancora, il calcio è magnifico perché nulla è mai scontato. Pronostici, previsioni e ragionamenti “preventivi” hanno il solo scopo di intrattenere il pubblico, far vendere giornali o arricchire le agenzie di scommesse. Il campo è, sempre e per fortuna, una cosa a parte.

E ieri, a dimostrarcelo, ci hanno pensato i ragazzi dell’Atletico Brianceiro, ultimi in classifica con un solo punto, che si vedevano messi di fronte alla corazzata Iceberg/Terra delle Tradizioni. Tutto lasciava presagire una partita a senso unico, dove l’unico obiettivo per l’Atletico sarebbe potuto essere quello di segnare una rete, quella della bandiera. Ed invece così non è stato, guarda un po’. Certo, ala fine gli Iceberg hanno vinto per 10-5, ma i ragazzi di Alessandro Cella, autore di una meravigliosa tripletta che ha fatto tremare gli avversari, hanno dimostrato di non avere nessun timore reverenziale nei confronti di una squadra, senza dubbio, superiore tecnicamente. E allora, mettendo il cuore oltre l’ostacolo, hanno disputato una partita sontuosa, non regalando assolutamente nulla agli avversari e mettendo in seria difficoltà gli uomini di Spinelli. Che alla fine trionfano, è vero, ma stringono anche la mano a tutti gli avversari, complimentandosi per l’inaspettata prestazione. Dunque gli Atletico non raccolgono punti, va bene, ma gettano le basi per un girone di ritorno che ha tutte le carte in regola per essere ben diverso da quello che terminerà tra sole due giornate. Iceberg invece vince (anche e soprattutto) grazie agli otto gol di un Seruggia che sembra stia tornando sui suoi abituali livelli realizzativi.

E la vittoria è fondamentale, perché permette loro di tenere il passo dei campioni nazionali di Serenità, ieri vincenti per 6-1 su un Team Feree mai veramente in partita. Di Biasi (3), Gramegna (2) e Frigerio (1) regalano così l’ennesima vittoria ai verdi, che mantengono in tal modo la vetta: 18 punti, e gradino più alto del podio che continua ad essere condiviso proprio con Iceberg. Per Team Feree, che resta terzultimo a tre punti, il gol della bandiera è realizzato da Zanutto.

La partita più combattuta di giornata è invece quella tra Galacticos e PH Boys, con i primi che, alla fine e non senza parecchie difficoltà, la spuntano per 3-2, grazie alle marcature di Barbera, D’Ambra ed Emini. Per i PH Boys vanno invece in gol Cicciari e Mazza. Galacticos che si mantengono così al terzo posto, sempre distanziati di due punti da FC Coma Etilico.

Coma Etilico che in serata ha battuto senza alcuna difficoltà i Dinamo Park, chiudendo i 40 minuti di gioco con un secco 9-2. Bellissima è la tripletta di Marino, così come lo sono le doppiette di Callea e Manzotti. Completano l’elenco dei marcatori Masiero e Nardo, entrambi con un gol, mentre per la Dinamo i due gol sono realizzati da Belloni.

Ecco quindi che a sole due giornate dal giro di boa, Serenità e Iceberg/Terra d.T. conducono la classifica, entrambe a 18 punti, con i Galacticos che inseguono a cinque lunghezze di distanza.

L’appuntamento è ora fissato per mercoledì mattina, con la cronaca della settima giornata del girone di Monza.

Nel salutarvi ed augurarvi un ottimo weekend, vi ricordo che risultati e classifiche sono sempre disponibili al sito www.brianzatornei.it


Tommaso Samiolo

Nessun commento:

Posta un commento